Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Maldive: quando andare e cosa vedere

maldive-ante
maldive-male
Photo credit: nattu / Modern Furniture / CC BY

Le Maldive sono il luogo di villeggiatura ideale per chi ama il mare, le spiagge celestiali e i complessi alberghieri lussuosi. Se volete trascorrere un po’ di tempo in un paradiso terrestre, magari per sfuggire al freddo invernale, le Maldive sono la destinazione che fa al caso vostro.

Composte da varie isole coralline bagnate dall’Oceano indiano, le Maldive si trovano ad oltre 700 km a sud dello Sri Lanka ed hanno conosciuto varie dominazioni tra cui quella portoghese e britannica. Oggi vivono essenzialmente di turismo, grazie ai paesaggi naturali mozzafiato e al clima monsonico che mantiene le temperature moderatamente calde.

maldive-2
Photo credit: -LucaM- Photography WWW.LUCAMOGLIA.IT / Source / CC BY-NC-ND

Un soggiorno alle Maldive prevede lunghe giornate al sole e nell’acqua limpidissima, ma anche immersioni subacquee a ridosso della barriera corallina. Nel vostro viaggio tra le isole che compongono l’atollo delle Maldive, non dimenticate di visitare Malé, la capitale. Qui vi stupirà l’assetto urbanistico della città, ma anche i mercati di Machangolhi e l’antica Hukuru Minsky, una moschea di epoca medioevale. Ricordatevi inoltre il Fish Market e di dare un’occhiata al Museo Nazionale e al Centro Islamico.

Se andate alle Maldive perché amate la natura incontaminata potreste decidere di alloggiare in uno dei resort a impatto zero che fanno del completo affidamento alla natura il loro punto di forza. Qui vivrete completamente isolati dalla civiltà, senza internet né cellulari.

kuramathi
Photo credit: julien.reboulet / Foter / CC BY-NC

Tra le isole più visitate Sand Island, Kuramathi Island, Asdu Island e Kuda Bandos. Ma le isole più incantevoli sono senza dubbio quelle che compongono l’atollo di Ari. Paradiso per gli amanti delle immersioni, qui potrete ammirare caratteristiche statue di corallo e una moschea risalente al Settecento.

Se non sapete cosa aspettarvi in fatto di cibo non abbiate paura. Alle Maldive troverete tutte le cucine del mondo, prevalentemente quella giapponese e cinese, mentre la popolazione autoctona si ciba principalmente di piatti a base di riso e pesce. Il periodo migliore per partire è quello invernale-primaverile. Se decidete di trascorrere qui gli ultimi giorni dell’anno sappiate che il capodanno alle Maldive è uno dei più suggestivi al mondo.

Viaggi e avventure: la Barriera Corallina delle Maldive

Il periodo migliore per staccare dalla quotidianità del lavoro e ritirarsi per una breve sosta? Ottobre alle Maldive. Quando la nebbia inizia a cadere inesorabile sulle nostre mattinate in pianura padana ecco che la necessita’ di fuggire verso destinazioni esotiche ritorna dirompente nella nostra lista di priorita’. Quest`anno io e mia moglie abbiamo deciso di registrare i paesaggi paradisiaci che questo fazzoletto di terra offre agli occhi dei fortunati che possono ammirarla. Poco prima di partire abbiamo comprato una videocamera, su un sito specializzato di Action Camera, subacquea che registra in Full HD e scatta foto ad alta qualita’. Inutile dire i colori che siamo riusciti a catturare.

Durante un’escursione con dei nativi dell’isola siamo imbattuti in una famiglia di razze. Lo spettacolo e’ stato incredibile anche se non siamo riusciti a riprenderlo da sott’acqua perche’ ci e’ stato sconsigliato data la nostra scarsa esperienza. A fine giornata abbiamo attraccato a Bandidhoo e abbiamo fatto delle immersioni. Ho deciso di lasciare uno spazio bianco e di non cercare parole che risulterebbero poco efficaci per raccontare quello che ho visto; ho deciso di postare le foto che abbiamo fatto con la nostra videocamera Jvc adixxion 1080p comprata sul sito actioncameras.it. Non so come fare a togliere dalla mente quei fantastici tramonti e i colori della luna riflettere sulle onde piatte dell`oceano. Altamente consigliato. Ho pubblicato alcune foto fatte con la mia inseparabile videocamera, spero che vi piacciano. Maldive, ci vediamo ancora il prossimo autunno.

Maldive: mini guida al Paradiso

La Repubblica delle Maldive è uno stato insulare composto da un gruppo di atolli nell’Oceano Indiano a sud ovest dell’India. Per visitare le Maldive è necessario il passaporto con scadenza non inferiore ai 6 mesi e il visto da chiedere una volta arrivati, con durata di 30 giorni prolungabile fino a 90.  E’ inoltre necessario avere già il biglietto aereo di ritorno e la prenotazione dell’hotel nel caso non si viaggi con un tour organizzato. Fate attenzione anche alle regole per i bagagli nei viaggi in aereo

 

Il clima delle Maldive è di carattere monsonico. Secco tra dicembre ad aprile, con piogge deboli e poco frequenti. Umido da maggio a novembre, con piogge torrenziali più frequenti, che a volte durano giorni interi. La temperatura non scende mai sotto i 25 gradi con escursioni termiche molto contenute. La temperatura dell’acqua è molto calda, trai i 28 e i 29 gradi.

 

le bellezze delle maldiveLa capitale delle Maldive è Malè. Costruita su un’isola di soli 2 Kmq, ospita quasi un quarto della popolazione totale, circa 80.000 persone. E’ differente dalle altre isole maldiviane perché è, praticamente, una città con palazzi alti e strade asfaltate. Nella zona vecchia le dimensioni si riducono, con vicoli stretti e pieni di gente.  A Malè non ci sono spiagge ma è dotata di una zona nuova molto popolata di sera dove è stata ricavata una spiaggia buona per chi vuole correre o passeggiare. La città è divisa in quattro quartieri: Machangolhi, la zona commerciale; Henveiru la zona degli uffici amministrativi; Galolhu la zona residenziale e Maafannu la zona dei cantieri navali e del porto commerciale. Nel  Machangolhi si possono trovare oggetti di artigianato locale tra cui collane, magliette, braccialetti, maschere oppure batik provenienti dallo Sri Lanka. In questo quartiere ci sono anche i mercati del pesce e della frutta e il Museo Nazionale, nonché vie adibite allo shopping e piccoli parchi dove riposare.

 

La vista straordinaria offerta dalle Maldive, arrivando in aereo, è data dal numero impressionante di  isole che compongono l’arcipelago. Le isole sono formate in prevalenza da barriera corallina e sono più di 1.190. Gli atolli più importanti sono 26, formati da gruppi di isole di corallo molto vicine. Ma il numero varia per via dell’azione del mare. Le coste più vicine sono quelle dello Sri Lanka e dell’India.

 

Gli atolli offrono la possibilità di vivere su un isoletta di 200 metri per 50, in pieno oceano, con mare e spiagge incantevoli; lagune turchesi dove immergersi. Le Maldive sono il posto ideale per le immersioni poiché la temperatura dell’acqua può arrivare fino ai 31 gradi. L’habitat è unico al mondo grazie alla barriera corallina. In acqua è possibile ammirare  pesci tropicali multicolori, tartarughe, murene, mante, e anche lo squalo. Un pesce da guardare a distanza con grande emozione. Grazie alla sua straordinaria fauna, alla bellezza dei fondali e del reef corallino, l’arcipelago maldiviano è definito “l’acquario di Allah”

 

Il periodo migliore per andare alle Maldive è da gennaio ad Aprile, quando l’arrivo dei Monsoni porta con se la stagione meno piovosa in cui assaggiare il cocco,  il sapore delle bananine maldiviane, il mango, il pesce servito appena pescato, tutto con il semplice rumore del mare in sottofondo.

 

Tra gli atolli turistici più belli c’è il Male Sud che ospita  numerosi resort  ed è dotato di un aeroporto, raggiungibile in meno di un ora di barca. Poi c’è l’atollo Ari, raggiungibile tramite idrovolante. Un posto ricco di colori e rigogliosa vegetazione tropicale. Sulle isole abitate dai maldiviani, ai turisti viene concesso di partecipare a brevi visite guidate nei villaggi dei pescatori. Molto interessante il giro degli atolli a bordo dei “dhoni”, le barche tipiche maldiviane, e lo snorkelling.

 

Capitale Malé

Lingua ufficiale Maldiviano

Popolazione  301.475 ab.

Area totale 300 Km2

Valuta Rufiyaa delle Maldive

Prefisso  telefonico + 960

Dalle Mauritius alle Maldive: una vacanza da sogno

Mauritius e Maldive: paradisi naturali

Secondo una legenda Indu, il Dio Shiva stava viaggiando intorno alla terra quando scorse una magnifica isola disabitata circondata da un mare colore smeraldo. Rapito da tale bellezza Shiva, che stava trasportando il fiume Gange sul capo per proteggere il mondo dalle inondazioni, decise di atterrare e durante la discesa alcune gocce del fiume caddero dalla sua testa per finire in un cratere dove si formò un grande lago.

L’isola in questione è quella di Mauritius, sogno quasi proibito per le vacanze degli occidentali, e il lago è il Gran Bassin sacro agli Induisti.
La forma dell’isola, simile ad una pera, racchiude due coste diverse tra loro, quella orientale verso l’oceano indiano e quella occidentale verso il continente africano.

La barriera corallina è presente in quasi tutta l’isola, fatta eccezione per l’estremo sud, facendo in modo che ci sia un mare straordinariamente balneabile in qualsiasi zona.
Per le vacanze alle Mauritius, le agenzie di viaggio solitamente sconsigliano la parte est, meno ricca di insediamenti turistici, e lasciata dalle popolazioni locali ad uno stato più naturale, aumentando cosi i rischi per chi non conosce l’isola di imbattersi in animali selvatici.

La costa ovest, invece è quella più turistica, ed occidentalizzata, grazie alla presenza di alcune catene di resort famose a livello mondiale.

C’è da dire però, che l’accoglienza turistica che alle Mauritius viene offerta è la più diversificata, si possono trovare, infatti, alloggi come guest house o piccoli alberghi a prezzi veramente bassi per poi salire verso strutture sempre più grandi e organizzate per culminare nei grandi resort a 5 stelle con tanto di campo da golf a 18 buche.
Altro sogno quasi proibito relativo al tema delle vacanze “da fare un giorno”sono le Maldive.

Vacanze alle Maldive

Nell’immaginario collettivo,infatti,  le vacanze alle Maldive, designa la vacanza  per eccellenza.
Le caratteristiche che contraddistinguono questa località, e che fanno si che sia il sogno di grandi e meno grandi,  si riconducono a tre aspetti principali. Il primo riguarda la tranquillità dei luoghi.
Il secondo la ricchezza della natura incontaminata di questi luoghi, e infine il mare che cosi come per le Mauritius rappresenta un vero angolo di paradiso.

Maldive: alla scoperta del paradiso delle Maldive

Maldive: qualche informazione utile sulle Maldive

Le Maldive sono una delle destinazioni esotiche più amate dai viaggiatori di tutto il mondo, grazie alle sue bellezze naturali, alle sue spiagge paradisiache e al suo mare di un azzurro intenso.
L’Arcipelago delle Maldive è situato a circa 650 km a sudovest dello Sri Lanka, in linea con l’equatore e proprio nel cuore dell’Oceano Indiano. L’arcipelago delle Maldive comprende circa 1200 isole e isolotti e di questi ben 200 sono abitati e raggruppati in 20 atolli appoggiati su una barriera corallina di origine vulcanica.
La maggior parte delle isole di questo arcipelago sono ricoperte da una folta e variegata vegetazione tropicale, soprattutto da palme, che sono presenti nella maggior parte delle isole, specialmente in quelle ancora disabitate.
Lo sviluppo turistico delle Maldive ha avuto inizio negli anni ’70 ed ancora oggi è in crescita costante sebbene sempre nel rispetto della natura che sino ad oggi è riuscita a conservarsi perfettamente incontaminata, sia per quanto concerne la flora sia per quanto riguarda la fauna.
Ogni anno le Maldive sono in grado di attrarre moltissimi visitatori, grazie ai colori e alla varietà del suoi paesaggi, alle magnifiche barriere coralline e alla ricchezza dei fondali, caratteristiche che, non a caso, hanno reso le Maldive una delle destinazioni preferite dai sub e dagli appassionati dello snorkeling.
La capitale dello stato maldiviano è Malè, città situata nella parte meridionale dell’atollo omonimo, a sua volta ricompreso nell’atollo amministrativo di Kaaf, e ad oggi abitata da più di 100mila abitanti, ovvero circa un terzo dell’intera popolazione del paese.
A Malè sono anche situati i centri governativi e amministrativi dello stato delle Maldive, oltre ai più importanti impianti industriali e commerciali. Decisamente più selvaggia e incontaminata è la bellissima isola di Reethi Rah, situata a nordovest dell’atollo Nord Malè e caratterizzata da un turismo d’elite che mischia il confort con il pieno rispetto della natura.

Maldive: dove alloggiare alle MaldiveVacanze alle Maldive-Atollo-male dove alloggiare

Come detto le Maldive sono riuscite a conservare, nonostante lo sviluppo turistico, le proprie tradizioni, evitando quindi che i paesaggi venissero contaminati dagli effetti distruttivi del turismo di massa. Questo non ha però impedito lo sviluppo di strutture ricettive di estrema qualità, che sono in grado di garantire ai propri ospiti un soggiorno di assoluto confort.
Tra i resort migliori dove alloggiare alle Maldive vi segnaliamo:
Taj Exotica (http://www.tajhotels.com/Luxury/Exotica-Resort-And-Spa/Taj-Exotica-Resort-And-Spa-Maldives/Overview.html): Situato su un’isola circondata da lagune e ricoperta da piante tropicali, questo bellissimo resort dispone di 64 ville in paglia con vista sull’oceano. A breve distanza da Malè questo resort è ideale per chi è alla ricerca di un soggiorno di solo relax
Anatara Dhigu (http://dhigu-maldives.anantara.com/): Questo lussuoso resort 5 stelle sorge proprio nel cuore dell’isola di Dhigu ed offre ai propri ospiti la possibilità di scegliere tra ville affacciate sulla spiaggia o ville dotate di piscina
Banyan Tree Madivaru (http://www.banyantree.com/en/maldives_madivaru/): Situato sull’atollo di Ari Nord, questo resort 5 stelle è compost da sei ville private con piscine. Poco distante si trova una magnifica spiaggia di sabbia bianca, circondata da una laguna poco profonda e da una incantevole barriera corallina
Centara Grand Island (http://www.centarahotelsresorts.com/cirm/cirm_default.asp): Si tratta di un resort aperto di recente e composto da 112 suite e sistemazioni in ville tutte dotate di confort e servizi moderni.Diverse opzioni per la ristorazione, bar e lounges, aree per il fitness, piscina fronte-spiaggia ed una spa. Se si pianifica una vacanza in famiglia o una luna di miele, questo è uno dei migliori resort all-inclusive delle Maldive
Kurumba Maldives (http://www.kurumba.com): Situato sull’atollo di Malè Nord, questo resort dispone di 180 bungalow e ville, oltre che 9 ristoranti, bar sulla spiaggia, spa, sauna e tanti servizi dedicati allo sport

Valtur rassicura sui suoi ospiti alle Maldive

Valtur rassicura sul golpe alle Maldive

Dopo la notizia del golpe alle Maldive che ha spinto alle dimissioni il presidente Mihammed Nasheed, si è diffuso un po’ di panico sulla incolumità degli italiani in questo momento in vacanza nei diversi resort dell’isola.
Le prime rassicurazioni sono venute dal console italiano alle Maldive, Giorgia Marazzi, che ha dichiarato:
Chi è in vacanza non si accorgerà di nulla”.
A quanto pare, infatti, i disordini hanno interessato solo la capitale Malè e non si sono spinti oltre, quindi chi è in villeggiatura sulle isole può stare tranquillo. Dalle ultime notizie si è anche accertato che l’aeroporto internazionale di Malè è perfettamente funzionante e che operano regolarmente tutti i voli, charter inclusi.
Rassicurazioni vengono anche dai tour operator italiani che hanno voluto rassicurare tutti sull’incolumità degli ospiti nei diversi villaggi e resort.
La Valtur ha reso noto che i suoi 200 ospiti presso il villaggio vacanze Valtur sull’isola di Kihaadhufaru, nell’atollo di Baa, sono perfettamente al sicuro: “Per ora è tutto tranquillo, i nostri clienti sono a circa 100 km da Malè e in questi giorni non abbiamo passeggeri in transito dall’aeroporto della capitale”.
Anche Alpitour ha sottolineato l’assoluta tranquillità nelle proprie strutture turistiche: “Siamo in stretto contatto con l’unità di crisi della Farnesina grazie al nostro staff di assistenza presente sia nella capitale che in alcuni dei principali resort abbiamo un monitoraggio costante della situazione, per la massima sicurezza dei nostri clienti”.
C’è da dire che per il momento la Farnesina non ha sconsigliato di recarsi alle Maldive, raccomandando solo di evitare la capitale Malè, almeno sino a quando la situazione non ritornerà alla tranquillità.