Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Cosa vedere a Helsinki

Tra Oriente ed Occidente, alla scoperta di Helsinki

Helsinki, capitale della Finlandia, è da sempre considerata una metropoli a misura d’uomo, il cui fascino principale risiede nella commistione di generi e nell’incontro tra culture differenti. Un patrimonio che Helsinki deve alla doppia dipendenza, culturale e politica, dalla Russia, dalla quale si è resa indipendente nel 1918, e dalla fantasia, dalla voglia di sperimentare dei suoi moderni architetti, tra i quali non si può non citare Alvar Aalto, famoso in tutto il mondo per essere il più alto esponente del cosiddetto funzionalismo radicale, ovvero un modo del tutto nuovo di concepire l’architettura come uno strumento da mettere al servizio delle persone. Se la parte più moderna di Helsinki si deve al genio dei suoi architetti e progettisti, la parte più antica e sontuosa l’ha invece ereditata dalla Russia. Non a caso si dice spesso che Helsinki somiglia a San Pietroburgo, vista l’abbondanza di costruzioni in stile impero e la sontuosità di monumenti che risalgono all’epoca degli zar. Altrettanto suggestiva la posizione di Helsinki che si trova su una penisola del Golfo di Finlandia, dando l’impressione di essere come sospesa sull’acqua con un lungo litorale frastagliato di baie e insenature, oltre che di una miriade di isole che la costeggiano.

Cosa vedere a Helsinki

Helsinki-Duomo di Helsinki-Foto di Hans Hillewaert

Helsinki offre ai propri visitatori tanti punti interessanti da visitare, la maggior parte dei quali si trovano nella zona del centro. Per non perdere nulla della città è bene cominciare la visita dalla Piazza del Mercato o Kauppatori, situata proprio a ridosso del mare e dalla quale è possibile imbarcarsi alla volta dell’isola di Suomenlinna. Dalla Piazza il tour prosegue e da non perdere sono:
Cattedrale Ortodossa di Uspenski: La Cattedrale Ortodossa di Uspenski è la più importante e grande chiesa ortodossa al di fuori della Russia. Si tratta di un edificio che di certo non passa inosservato vista la sua maestosità e la sua imponente struttura fatta di mattoni rossi. L’origine del suo nome risale alla parola slava “uspenje” che significa “dormizione” ovvero “morte”: la cattedrale, infatti, è dedicata alla Vergine Maria che si dice sia caduta in sonno prima di assurgere al cielo. La costruzione della Catterdale di Uspenski venne ultimata nel 1862 e per molti aspetti ricorda la Chiesa dell’Ascensione di Kolomenskoje in Russia
Statua Avis Amanda: Situata proprio nel cuore del centro storico cittadino, la Statua di Havis Amanda  che è uno dei simboli storici di Helsinki. Durante le celebrazioni per la festa del Primo Maggio vige l’usanza secondo la quale gli studenti lavano la statua e pongono sulla sua testa il lakki, ovvero il tipico berretto che si indossa quando si riceve il diploma
Via Alezanderinkatu: Si tratta della strada più famosa di Helsinki non solo per la sua valenza storica e monumentale, ma anche per la presenza di negozi e aree dedicate allo shopping. Percorrendo questa strada è possibile imbattersi in numerosi edifici di grande valore tra i quali ricordiamo il Senato, o Senaatintori, con la bella statua di Alessandro II, dica di Finlandia, e il magnifico Duomo di Helsinki
Duomo di Helsinki o Tuomiokirkko: Si tratta di una magnifica cattedrale di color bianco, eretta in onore del Granduca di Finlandia, Nicola I, e per questo anche detta Chiesa di San Nicola. L’edifico presenta una pianta a croce greca e costa di una grande cupola verde e di quattro cupole più piccole situate sui lati. La chiesa, costruita su progetto di Carl Ludvig Engel, non si presenta sfarzosa o ricca di affreschi e mosaici e questo perché la tradizione luterana esigeva che le chiese fossero spoglie ed essenziali
Piazzale della Stazione o Rautatientori: E’ una delle zone più vive e turistiche di Helsinki vista l’elevata concentrazione di negozi, musei e hotel oltre che del casinò cittadino. Nel centro del piazzale si trova la statua di Aleksis Kivi, famoso scrittore finlandese, oltre alla celebre torre dell’orologio della stazione di Helsinkie i famosi quattro uomini di pietra, i kivimiehet, che sorreggono il mondo
Mannerheimintie: Si tratta della strada più grande di Helsinki, lungo la quale, salendo verso nord, è possibile ammirare la statua equestre di Mannerheim, il Museo di Arte Contemporanea Kiasma, il Parlamento finlandese, il Museo Nazionale, situato proprio di fronte al celebre Finalandia Talo, progettato da Alvar Aalto
Baia di Toolo: Proprio dietro Finlandia Talo si trova la Baia di Toolo, non un lago ma un punto nel quale il Mar Baltico si connette ad un bacino più grande attraverso un canale. Nelle immediate vicinanze si trova anche l’Opera Nazionale e la famosa chiesa luterana di Temppeliaukio, conosciuta anche con il nome di Chiesa nella Roccia in quanto ricavata appunto nella roccia. La chiesa non è tuttavia sprovvista di luce vista la presenza del grande soffitto vetrato e della bella cupola
Parco di Kaivopuisto: Si trova nella zona sud di Helsinki e si tratta di un parco molto popolare affacciato sul mare
Parco di Sibelius: Situato nella zona di Toolo si tratta di uno dei parchi più celebri della città vista la presenza del monumento di Sibelius, una scultura astratta del 1976e costituita da un serie di tubi di diverse dimensioni con i quali ci si può divertire ad emettere suoni
Ruttopuisto: Più che un parco un vero e proprio cimitero presso il quale sono sepolte le vittime dell’ultima peste che colpì la città
Parco Sinebrychoff: Anche detto Koffin puisto in quanto ospitava la vecchia fabbrica della birra Koff. Si tratta di un parco molto frequentato e presso il quale si tengono numerosi festival
Zoo di Helsinki: Situato sull’isola di Korkeasaari, il giardino zoologico di Helsinki ospita numerose specie animali provenienti dalle zone artiche ma anche animali di origine tropicale.
Isole di Suomenlinna e di Seurasaari: Se siete ad Helsinki non potete perdere una visita a queste due isole. La prima è un’isola-fortezza, famosa per la presenza di una fortezza nominata patrimonio dell’UNESCO, e costituita da una serie di isolette collegate tramite ponti, mentre la seconda, disabitata, ospita il cosiddetto museo all’aperto, ovvero imbarcazioni e case rinvenute in tutta la Finlandia e qui ricostruite per creare un vero e proprio museo a cielo aperto.

Ad Helsinki il Mercatino di Natale delle donne

Ormai tutta Europa è alle prese con i preparativi per il periodo natalizio, momento in cui nelle principali città vengono organizzate mostre e mercatini dedicati al Natale.
Dalla Germania all’Italia i turisti in cerca del mercatino di Natale sono a migliaia e di conseguenza l’offerta aumenta sempre di più sia a livello numerico che qualitativo.

Ma quale posto migliore da scegliere se non la Finlandia?

Se l’idea di trascorrere una vacanza in Finlandia non vi “rabbrividisce” ecco un simpatico ed immancabile mercatino Natalizio da visitare, ovvero quello Helsinki detto il Mercato delle Donne.

Realizzato dal 1922 ad oggi questo mercato di Natale è considerato il più particolare di Helsinki in quanto espone esclusivamente prodotti artigianali realizzati dalle donne finlandesi.
Oggetti di qualità, raffinati e particolari saranno in esposizione per la gioia dei visitatori, come souvenir e idee regalo dal 02 al 06 dicembre 2010.

I settori merceologici presenti in questo imperdibile mercatino sono diversi: gioielli, oggetti in ceramica, capi di abbigliamento, ed ovviamente l’immancabile gastronomia, il tutto realizzato con cura dalle sole donne finlandesi.