Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Visitare Cardiff: i punti di interesse

Castello Cardiff

Cardiff è nota sopratutto per essere stata la città portuale più rilevante del mondo per l’esportazione del carbone. Il paese è caratterizzato da un eccezionale castello in cui si mescolano stili diversi. Nel 1867 il castello fu del tutto ristrutturato sotto la direzione all’architetto William Burges, ma la parte più bella dell’opera è però la Torre dell’orologio, segno di riconoscimento della città.

castello cardiff interno
Photo credit: Foter / CC BY

Il Civic Centre si trova a due isolati a est del castello, attorniato da viali verdeggianti ed edifici civici con parti anteriori in pietra calcarea di colore grigio. Il Municipio, il Museo Nazionale del Galles, il Tribunale, il Welsh Office (residenza del governo gallese), e il campus dell’università si scorgono tutti qui. Il Museo Nazionale del Galles è stato costruito per raccontare la storia del Galles, qui si trova anche una stupenda raccolta di arte moderna europea, soprattutto opere post impressioniste, come la Parisienne di Renoir. Il museo ha una buonissima caffetteria al piano più alto, da qui si gioisce di una bella visuale sulla città e sul mare. I dock di Cardiff sono stati cambiati nella esuberante Cardiff Bay, fiancheggiata da ristoranti, bar e negozi. Fra le attrattive di questa parte della città c’è la Techniquest una esposizione di tipo tecnico-scientifica con planetario; una fiera di oggetti di artigianato in un deposito restaurato; il Blutown History and Art Centre, sulla storia del territorio; il Pierhead Building, con una mostra sull’Assemblea Nazionale Gallese.

La Norwegian Church in legno chiaro è un centro culturale che accoglie avvenimenti e rassegne, costruita dai navigatori scandinavi che trasportavano legname per i giacimenti di carbone del Galles del sud. Andando verso il centro vi incontrerete con commercianti di specialità gallesi quali il rarebit (la variante gallese del sandwich al formaggio) e il laverbread (un ottimo composto di alghe) ma scoprirete anche caffetterie e bistrò con cibi più usuali e che possono accontentare i gusti di tutti. Il rugby è lo sport più praticato ed amato a Cardiff, ma per le persone che vogliono sottrarsi alla folla non scarseggiano i teatri, un centro per le arti e un’arena per show musicali.

Musei a Londra: luoghi e particolarità da non perdere

national-gallery-londra
british-museum
Photo credit: Stuck in Customs / Foter / CC BY-NC-SA

Ogni anno si riversano a Londra, capitale della Gran Bretagna, migliaia e migliaia di turisti. Questo perchè in una delle più importanti e grandi metropoli del pianeta si concentrano musei, edifici ed attrattive ricchi di arte ed interesse, al punto che sembra che il tempo non sia mai sufficiente a visitarla tutta! Innanzitutto, nei suoi musei Londra racchiude moltissime opere che hanno fatto la storia dell’arte Europea e mondiale.

Il British Museum, meta imperdibile per chi decidesse di visitare la città, racchiude alcune opere di straordinario interesse, come la Stele di Rosetta, le copie originali della Magna Charta o della Bibbia di Gutemberg, oltre che ricche raccolte di opere e manufatti di grandi artisti a livello internazionale.

Inoltre , l’ingresso è gratuito, caratteristica che lo accomuna ad un altro grande ed imperdibile museo, la National Gallery, dove è possibile perdersi tra le opere di artisti come Goya, Michelangelo, Rembrandt, Van Gogh e tanti altri.

tate-modern-londra
Photo credit: Demarmels / Foter / CC BY-NC-SA

Per gli appassionati di arte moderna, la Tate Modern, ex centrale termoelettrica dalla suggestiva architettura, permette di visionare le opere degli artisti che hanno fatto la storia di questo filone, come Dalì, Warhol e Picasso (solo per citarne alcuni). Oltre ai musei, basta passeggiare per la città ed i suoi quartieri tutti diversi per respirarne la storia ed ammirarne l’architettura.

Nel quartiere di Kennington, per esempio, potrete camminare nella strada dove è nato il grande Charlie Chaplin e visitare l’Imperial War Museum. Lungo il Tamigi, il fiume che attraversa la città, è frequente trovarsi nel bel mezzo di mercatini di vestiti, oggettistica ed antiquariato fino ad arrivare , nel West End, ad incappare nel Globe Theatre, il teatro di Shakespeare.

picadilly-circus-londra
Photo credit: cuellar / Foter / CC BY-NC

Irrinunciabile una visita ai luoghi cult della città: Piccadilly Circus,  Carnaby Street,  Buckingham Palace,  residenza della famiglia reale, solo per citarne alcuni. Anche al di fuori del perimetro della capitale è possibile visitare luoghi di grande interesse, come il quartiere di Greenwich,  grazioso e ricco di attrattive, come il Veliero Cutty’s Sark, la Queen House il National Maritime Museum o l’Old Royal Observatory, che racchiude il celebre Meridiano Zero.

Infine, per gli appassionati di shopping, se avete voglia di rifarvi gli occhi (e svuotarvi il portafogli….) è consigliata una capatina ai Grandi Magazzini Harrod’s… per prendere qualche souvenir o anche, soltanto…guardare!

Arriva la UK Coffee Week 2015

UK Coffee Week 2015

UK Coffee Week 2015

Quando si parla di buon caffè, si tende a restare ancorati alla rassicurante idea che non serva spostarsi di un millimetro dall’Italia per trovar di meglio. Eppure i veri amanti di questa antica e prelibata bevanda potrebbero trovare interessante uscire dai confini dell’espresso nazionale: il Regno Unito si sta preparando a un evento di sicuro appeal, sia per chi è vuole aprire i propri orizzonti, sia per chi è semplicemente curioso di assaporare le infinite sfumature dell’universo caffè.

È infatti in arrivo l’edizione 2015 della UK Coffee Week, la settimana del caffè del Regno Unito. Si tratta di una grande manifestazione che coinvolge produttori di caffè internazionali, proponendo un’esaustiva vetrina non solo sui grandi marchi più conosciuti, ma anche sui piccoli produttori. Dal 4 al 10 maggio, quindi, i visitatori avranno l’opportunità di scoprire il meglio della produzione di caffè mondiale, grazie a un gran numero di stand espositivi e a una ricca kermesse di eventi a tema. Questi spazieranno dalle degustazioni alla musica dal vivo, dai workshop creativi alle iniziative studiate su misura per i coffee bar e i locali inglesi – un’esperienza davvero unica nel suo genere.

L’evento di punta della manifestazione? Anche quest’anno si riconferma il London Coffee Festival, che per la sua rilevanza è stato posto come “aperitivo” del main event. Infatti, il festival londinese si svolgerà dal 30 aprile al 3 maggio nella capitale inglese, che celebrerà in maniera originale ed entusiasmante la vibrante scena dei propri caffè. Anche qui, i visitatori potranno destreggiarsi tra i più svariati tipi di eventi, sperimentando le creazioni dei migliori baristi e divertendosi con le iniziative e i contest organizzati da bar e locali. Il tutto si svolgerà seguendo un’etica encomiabile, dato che la metà degli incassi sarà devoluta per la raccolta fondi del progetto Waterfall, l’ente di beneficenza dedito alla creazione di fonti di acqua potabile nei paesi produttori di caffè.

L’ideale per gli interessati sarebbe riuscire a destreggiarsi tra le due manifestazioni, ma qualora si debba fare una scelta, meglio optare direttamente per il pre-festival londinese. Ad ogni modo, per maggiori informazioni sulle relative programmazioni, potete visitare i siti ufficiali della UK Coffee Week e del London Coffe Festival, mentre per prenotare il vostro hotel a Londra o nella località che preferite, è possibile appoggiarsi a una piattaforma come Venere. Ricordate inoltre di seguire le pagine Facebook e Twitter della UK Coffe Week per tenervi aggiornati sulle gare e sui contest a premi a cui è possibile partecipare durante l’iniziativa.

Un weekend per due a Londra

Non ci sono delle occasioni specifiche per regalarsi un weekend romantico con la persona che sia ama. Tra l’altro con le tante offerte low cost sia per quanto riguarda i voli che per i pernottamenti anche Londra è diventata una metropoli accessibile. Quindi date spazio alla fantasia e lasciatevi trasportare dal romanticismo di questa meravigliosa città.

Come prima cosa bisogna ricordare che Londra è facilmente raggiungibile sia tramite voli low cost che grazie a voli della nostra compagnia di bandiera che offre tariffe molto competitive; a tal proposito , prenota i tuoi voli Alitalia su Volagratis.

Quali sono le cose più romantiche da fare? Sono davvero tante.

Se arrivate di sera due sono le cose che potete fare o dedicarvi una bella passeggiata senza meta lasciandovi trasportare dalla curiosità delle luci dei ristoranti e dei localini aperti oppure potete cominciare alla grande prenotando una crociera sul Tamigi. In base al vostro budget potete o accedere su uno dei tanti battelli messi a disposizione che vi danno una panoramica della città e vi offrono una cena a bordo oppure potete solo usufruire per molto meno al tour lungo il river. Sarà questo un momento magico e sorprendente.

Se invece giungete in città di giorno allora partite con un giro mozzafiato sulla ruota panoramica chiamata Lndon Eye da cui ammirerete tutta la città, solitamente il costo del biglietto si aggira intorno ai € 30,00 se invece non ve la sentite di spendere tanto allora vi diamo un suggerimento, entrate nella Tate Modern, uno dei musei moderni più belli che esistano al mondo e dopo esservi fatti un bel giretto potete salire fino all’ultimo piano dove c’è un caffè delizioso, qui potete degustare un ottimo tea e gioire per una vista spettacolare della città.

Altra cosa che potete fare è quella di passeggiare lungo le sponde del Tamigi e di attraversare il Tower Bridge. Questo meraviglioso ponte che collega due parti della città è molto suggestivo sia di giorno che di sera, la sua caratteristica sono le due torri che lo sovrastano al cui interno un tempo venivano giustiziati i prigionieri. Molto suggestiva è la sua apertura, in soli 90 secondi al centro le passerelle si sollevano per far passare le navi.

Le cose da fare nella capitale inglese sono davvero moltissime, quindi vi consigliamo di armarvi di una buona guida turistica di Londra, così da essere sicuri di non perdervi nulla!

A questo punto non vi resta che assaporare del buon fish e chips accompagnato da della buona birra, a Londra ci sono molti pub caratteristici, ma se davvero volete respirare il clima english allontanatevi un po’ più in periferia dove potete vivere nel pieno lo stile inglese.

Londra: dove mangiare low cost a Londra

Londra: ristoranti low cost a Londra

Londra, si sa, è sempre stata una città molto cara e oggi, forse causa Olimpiadi, sembra aver strappato il primato di città più dispendiosa d’Europa alla stessa Parigi! Tuttavia Londra è sempre Londra, quindi continua ad attirare turisti, anche giovanissimi, che non vogliono rinunciare ad un viaggio nella capitale inglese, ma non disdegnano neanche un po’ di risparmio.
Ma come fare?
Come detto Londra è abbastanza cara e non solo per la sistemazione, ma anche per mangiare, a meno che non vogliate cenare e pranzare sempre al fast food.
Per evitare che il vostro stomaco si rovini per sempre, ecco una lista dei ristoranti di Londra dove mangiare low cost, spaziando tra la cucina inglese e quella “etnica”mangiare a Londra spendendo poco

• HI-Sushi: Si tratta di una catena di ristoranti giapponesi, 7 in totale a Londra, dove la formula è semplice: buffet “eat as much as you can” ovvero mangiare per 2 ore spendendo tra i 14/15 euro. Tra i 7 vi consigliamo quello di Camden (Camden Wharf, 28 Jamestown Road), appena fuori dal mercato, dove come detto potrete mangiare tutto quello che volete per 2 ore spendendo circa 15 euro
• Afghan Kitchen (35 Islington Green, N1 8DU): Si tratta di un ristorante molto piccolo, situate nel quartiere di Angel/Upper Street, dove potrete assaggiare il meglio della cucina afgana, ovvero piatti a base di verdure e carne. In questo ristorante sono serviti anche piatti vegetariani, il tutto per appena 10 euro
• Franco Manca (4 Market Row, Electric Lane, SW9 8LD): Dal nome si intuisce immediatamente che si tratta di un ristorante italiano dove viene servita una pizza da leccarsi i baffi! Si trova all’interno del mercato di Brixton, qundi nella parte sud della città; qui troverete 6 tipi di pizza differenti, tutte preparate con ingredienti di elevata qualità
• Suday Roast: Tipico pub, qui vengono servirti piatti a base di manzo, pollo, agnello e maiale, con contorni di verdure e il tradizionale il tradizionale yorkshire pudding con gravy souce

Londra: viaggio culinario a Londra tra ristoranti, fast-food, e mercati

Londra: alla scoperta della cucina inglese

Spezziamo una lancia a favore di Londra: nella capitale inglese si mangia bene. Ci sono ristoranti e caffè per tutte le tasche e poi si sa, per gli amanti del genere, Londra è la capitale della cucina etnica.

Partiamo da colazione e brunch. La classica “english breakfast” è generalmente a base di uova in camicia, fritte o alla coque, bacon, salsiccia, pane tostato imburrato, funghi , pomodori grigliati o fagioli con innumerevoli e sfiziose varianti a seconda del ristorante scelto.

Londra: dove mangiare a Londra

Hix, per esempio, è uno dei luoghi più conviviali di Londra, sempre vivace e informale. Il menu è ricchissimo e prevede torta di funghi, zuppa di cetriolo con capesante e finocchio marino e il pollo ruspante arrosto con salsa di aglio, da dividere con gli amici. Inoltre c’è la “build-your-own-breakfast”: nei giorni festivi scegli come vuoi le uova e quale contorno abbinare.

The Modern Pantry, invece, è il ristorante ideale per chi ama un brunch a base di ingredienti inusuali: i toast francesi sono conditi con “vattalapam” una salsa al cocco dello Sri Lanka e vengono serviti con purea di tamarindo, sciroppo d’acero e pancetta. Volete la colazione fritta? Qui trovate anche uova alla griglia e frittelle di piantaggine. Volete stare leggeri? La scelta di cereali e muesli è davvero vasta. La location è luminosissima, grazie alle ampie finestre e nelle giornate di sole i tavoli sono all’aperto, in St. John’s Square.

Se non amate discostarvi troppo dalle abitudini italiane e siete fedeli al caffè espresso accompagnato dai dolci, passate da Bea’s of Bloomsbury, al 44 di Theobalds Road, conosciuto per le torte, i brownies e blondies, le meringhe e i marshmallows, un piacere assoluto per gli occhi e per il palato.  Ottimo qui anche il “Full afternoon tea”, il rito inglese del tè delle cinque, rivisitato in chiave moderna.

Londra offre anche tantissime opportunità per un brunch o un pranzo low cost.  Comptoir Libanais è un caffè conosciuto per la sua ottima cucina libanese, fatta di insalate e piatti caldi da mangiare con le mani. E’ economico e perfetto per chi ama gli ambienti informali.

Mooli’s, invece, è un fast-food dal sapore indiano. Le focacce sono ripiene di pollo, ceci, manzo, maiale o carne di capra e verdure miste, si possono bere birra o spremute fresche e il personale è molto cordiale e sorridente.

E per i vegetariani, accanto al caotico mercato di Berwick, c’è Beatroot: box piccoli, medi e grandi pieni di verdure prelibate e insalate. Ottimi anche i frullati freschi, i dolci vegani e il caffè biologico. Si mangia sano e i prezzi sono ottimi.

Straordinaria, poi, l’idea di The People’s Supermarket: è un supermercato “sostenibile” che collabora con le comunità agricole locali. I prodotti sono sempre freschissimi e di ottima qualità e i prezzi sono ragionevoli. L’obiettivo è di creare delle solide relazioni con gli agricoltori inglesi promuovendo così il loro lavoro e lo sviluppo dei prodotti locali. Il supermercato cerca di ridurre al minimo gli sprechi di cibo, confezionando piatti pronti con i prodotti vicini alla scadenza e creando un sistema di compostaggio dei rifiuti. Non merita una visita?

Per la sera vi consigliamo di andare alla scoperta del Brixton Market che racchiude più di 20 nuovi caffè, ristoranti, e take-away ed è diventato il fulcro culturale e culinario di Brixton. Giovedì e venerdì il mercato è aperto fino a tardi e l’atmosfera si accende con musica dal vivo, varie esposizioni e ottima cucina internazionale: spagnola, italiana, algerina, portoghese e caraibica.

Ricordatevi che il “Friday Food” ha un prezzo speciale e i mercati sono organizzati per aiutare i piccolicommercianti a promuovere i loro prodotti. Due ottime ragioni per partecipare alla festa!

Guarda le offerte di British Airways e parti per un viaggio a Londra all’insegna del gusto.

Il contenuto del presente articolo è opera dell’autore ed è destinato unicamente a scopi informativi e di interesse. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni o compiere alcuna azione. Eventuali link sono stati inclusi a titolo informativo.