Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Palestina, la culla della civiltà

veduta panoramica della palestina

Cercate di escludere per un momento la troppo facile associazione tra la Palestina e il conflitto arabo-israeliano che devasta il Medio Oriente da oltre un secolo. La Palestina non è solo un luogo di guerra, ma un sito storico e artistico senza pari. Come certamente saprete non stiamo parlando dello Stato palestinese, che ufficialmente non esiste, ma di un territorio che include Israele e le terre palestinesi, bagnato dal mar Mediterraneo e dal fiume Giordano. Luogo di culto per ebrei, musulmani e cristiani, la Palestina è una terra antichissima in cui difficilmente convivono etnie differenti.

gerusalemmeIl cuore dello stato israeliano è la sua capitale, Gerusalemme. Non occorre essere credenti per ammirare i tesori di questa città, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Nella Città Vecchia recatevi in visita al Monte del Tempio, luogo sacro per i tre monoteismi. Qui sorge, in luogo del tempio originario risalente al X sec. a. C., la Spianata delle Moschee su cui svetta la Moschea di ‘Omar con la sua cupola d’oro in stile bizantino. Visitate poi il Muro del pianto, sacro agli ebrei e la Basilica cristiana della Resurrezione, costruita nel luogo in cui si dice sia morto e risorto Cristo. Spostatevi adesso fuori Gerusalemme per vedere il sito archeologico di Masada, anch’esso riconosciuto patrimonio dell’umanità e dove sorgono i resti dell’antico palazzo di Erode. Altro patrimonio dell’Umanità è Tel Aviv, soprannominata “la città bianca” per le migliaia di costruzioni di quel colore, tutte in stile Bauhaus. A soli 10 Km da Gerusalemme, ma in territorio palestinese, si trova Betlemme la cui maggiore attrattiva è la Basilica della Natività, luogo sacro per i cristiani. Riconosciuta patrimonio dell’umanità solo in tempi recenti, la Basilica include al suo interno una cripta posta nel luogo in si crede sia nato Cristo, contrassegnato da una stella d’argento.

La Palestina, con i suoi monumenti dall’ineffabile valore storico, conserva oggi, nonostante le tensioni e in conflitti, un ruolo di primo piano per essere culla della fede, custode di un patrimonio artistico unico al mondo e testimone d’eccezione della nascita della civiltà.

Petra: una delle sette meraviglie del mondo moderno

La città di Petra
La gola del Siq a Petra
Photo credit: fotopamas / Foter / CC BY

Petra, antica città della Giordania, ha conosciuto la presenza dell’uomo solo fino al VIII secolo, quando fu abbandonata e dimenticata. La città di Petra è stata riscoperta solo nell’Ottocento e da allora rappresenta una delle mete più ambite per gli amanti di storia e archeologia. I resti dell’antica città sono situati in una valle del deserto e distano all’incirca 250 Km da Amman. Arrivati a Petra dalla gola del Siq, vi troverete davanti El Khasneh al Faroun, un antico mausoleo scavato nella roccia, risalente al I sec a. C., che ricorderete certamente per averlo visto in una delle scene di Indiana Jones. Simile ad un tempio, risente dell’influenza ellenistica sia nell’architettura delle colonne che nei fregi del frontone.

El Khasneh, secondo una leggenda, ospitava i beni di un faraone e da questo il nome che significa, per l’appunto, il tesoro del faraone. Il sito archeologico di Petra è davvero molto vasto. Qui vedrete tombe antichissime (circa 500), tra cui le Case del Djin, costruite in onore delle divinità della fertilità. La Tomba dell’obelisco e triclinio di bab as siq è un altro mausoleo, ugualmente costruito nella roccia, sede di cinque sepolture, circondato da quattro obelischi. A Petra ammirerete, inoltre, un monastero risalente al I secolo, un santuario costruito per commemorare il fratello di Mosè, ma anche un teatro e, soprattutto panorami strabilianti, frutto della geografia del luogo e di particolari effetti cromatici della roccia.

La tomba dell'obelisco e il triclinio di bab as siq
Photo credit: Jorge Lascar / Foter / CC BY

Recatevi nella gola del Siq in carrozza o sul dorso di un cammello e da qui proseguite a piedi per circa 1 Km fino all’entrata del sito, aperto tutti i giorni dalle sette del mattino fino al pomeriggio inoltrato. Petra è una città di morti, con tombe, mausolei e monumenti antichissimi. Ma chi si reca a Petra non è necessariamente un esperto di antichità. Visitate Petra se volete respirare un’atmosfera arcaica, conoscere le origini di una civiltà e se volete ammirare una delle sette meraviglie del mondo attuale, nonché un patrimonio dell’umanità da custodire.

Cosa vedere a Dubai, la città del lusso e dei record

dubai

Se scegliete di trascorrere una vacanza a Dubai non conoscerete soltanto il cuore degli Emirati Arabi, ma innanzitutto una metropoli che per costruzioni architettoniche non ha pari al mondo. Bagnata dal Golfo Persico, ha fatto dell’edilizia mozzafiato il suo punto di forza e anche il perno dell’industria turistica.

jumeirah-dubai
Photo credit: Sergej Fomin / Foter / CC BY-NC-SA

Arrivati a Dubai preparatevi dunque a stupirvi di come la mano dell’uomo armata della tecnica ingegneristica possa raggiungere vette mai toccate prima e di come la città sia ancora in continua espansione ed evoluzione. Andate (e alloggiate magari) a Jumeirah se volete ammirare una delle zone alberghiere più ricche al mondo.

Qui troneggia, con la sua imponente fastosità, Burj al-Arab che è non solo uno degli hotel più lussuosi mai costruiti, ma anche il secondo più alto. Se pensate che Dubai si sia lasciata sfuggire il primo posto vi sbagliate: spostatevi sulla Sheikh Zayed Road per vedere con i vostri occhi il Rose Tower che, con i suoi 72 piani, è l’hotel più alto al mondo.

Il clima torrido non ha di certo scoraggiato gli ideatori dello Ski Dubai, un immenso impianto sciistico completamente artificiale che impegna una superficie di 22500 metri quadri. Se il Rose Tower vi ha stupito, non avrete parole per descrivere il Burj Khalifa che con il suoi 818 m è l’edificio più alto al mondo.

burj-khalifa-dubai
Photo credit: www.thameralhassan.com Thamer Al-Hassan / Foter / CC BY-NC-SA

Volete portare a casa un souvenir del vostro viaggio o semplicemente girare per negozi? Lo shopping a Dubai non è di certo un problema, soprattutto se vi recate al Dubai Mall che, neanche a dirlo, è il centro commerciale più grande del mondo. Dubai, con le sue magnificenze architettoniche fa dello straordinario una realtà.

Nel bel mezzo del Golfo Persico, in costruzione ancora oggi, vi sono le Palm Island, isole artificiali che vedranno la completa realizzazione tra pochi anni. E infine, a dimostrazione della grandiosità di una città che non vuole smettere di stupire, a 4 Km dalla costa vedrete The World, un arcipelago artificiale di 300 isole che rappresentano il globo terrestre. E qui realizzerete definitivamente che Dubai è davvero il centro del mondo.

Offerte low cost: i pacchetti di Lastminute.com

Offerte low cost: pacchetti all inclusive da non perdere

Per chi avesse voglia di concedersi una vacanza prima dell’estate, imperdibili sono le proposte di Lastminute.com che per il mese di maggio ha reso disponibili una serie di pacchetti all inclusive a partire da 399 euro.
Vediamo quindi nel dettaglio le offerte!

Offerte low cost: le promozioniofferte lastminutecom

Hurghada: 7 notti presso il Coral Sun Beach Resort 4 stelle con trattamento soft all inclusive, partenza da Milano Malpensa il 13 maggio a partire da 496 euro a persona comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 7 notti per 2 adulti in 1 doppia
Sharm el Sheik: 7 notti presso l’Oriental Resort 5 stelle con trattamento soft all inclusive, partenza da Bologna, Bari e Verona il 13 maggio a partire da 496 euro a persona comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 7 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori
Sharm el Sheik: 7 notti presso l’Heraton Sharm Resort 5 stelle con trattamento soft all inclusive, partenza da Bologna e Verona il 13 maggio a partire da 496 euro comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 7 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori
Sharm el Sheik: 7 notti in formula roulette con trattamento di pensione completa bevande escluse e partenza da Bologna e Verona a partire da 347 euro a persona comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 7 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori
Istanbul: 2 notti presso il Gran Tahir, hotel 3 stelle con trattamento di pernottamento e prima colazione e partenza da Roma Fiumicino il 10 e 14 maggio a partire da 356 euro a persona comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 2 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori
Istanbul: 2 notti presso il Barcelo Eresin con trattamento di pernottamento e prima colazione e partenza da Roma Fiumicino il 10, 11 e 14 maggio a partire da 380 euro a persona comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 2 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori
Marsa Alam: 7 notti in formula roulette con trattamento di pensione completa bevande escluse e partenza da Bergamo, Milano Malpensa e Roma Fiumicini il 12 maggio a partire da 397 euro a persona comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 7 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori
Lampedusa: 7 notti alloggiando presso le villette di Baia Grecale con trattamento di pernottamento e prima colazione e sistemazione in camera standard e partenze da Bologna e Milano Malpensa il 25 maggio a partire da 529 euro comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 7 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori
Marsa Matrouh: 7 notti presso il Carlos Swan Club con con trattamento soft all inclusive e partenze da Milano Malpensa e Roma Fiumicino il 12 maggio a partire da 543 euro a persona comprensivi di Volo + Trasferimento + Soggiorno per 7 notti per 2 adulti in 1 doppia + Costi accessori

Le offerte sono valide sino alla mezzanotte del 13 maggio. Per info consultare lastminute.com

Tel Aviv: la città del divertimento

Tel Aviv: la nuova metropoli della movida

Tel Aviv, città situata sulla costa mediterranea di Israele, si sta rivelando come una delle città più nottambule e dedite alla movida della sponda mediterranea. Da qualche tempo, infatti, la città è diventata meta dei viaggiatori di tutto il mondo, grazie alla sua tendenza alla sperimentazione che finisce con il coinvolgere non solo il mondo del divertimento, ma anche quello del design, della moda e dei nuovi stili.
Tel Aviv è certamente una metropoli giovane, dal carattere fortemente multiculturale e contraddistinta da una frenesia 24 ore su 24, probabilmente anche grazie ai suoi 300 giorni di sole all’anno e ai 14 chilometri di litorale, molto frequentati sia in estate che in inverno.
Non a caso la città di Tel Aviv è stata nominata dal celebre Travel+Leisure, la terza migliore città dell’Africa e del Medio Oriente, riuscendo anche a guadagnarsi un posto nella top ten della rivista Forbes relativa alle migliori capitali del divertimento.
E passeggiando per il lungomare di Tel Aviv si scorgono spiagge dorate, hotel moderni e una miriade di locali, tutte caratteristiche queste che hanno permesso a Tel Aviv di guadagnarsi l’appellativo di Miami d’Oriente.
Sembra quindi che il detto che recita “Gerusalemme prega, Tel Aviv si diverte” sia perfettamente rispondente alla realtà d’Israele, una terra con due volti, quello della Città Santa e della metropoli della modernità.

Tel Aviv: cosa fare a Tel AvivTel Aviv i locali

Non si inizia una giornata a Tel Aviv senza una vera colazione israeliana a base di verdure fresche, formaggi, succo di frutta, pane e bevande calde che si è soliti servire a mezzogiorno in punto. Tra i luoghi più amati, soprattutto tra i giovani, per questo rito mattutino c’è certamente Benedict (29 Rotschild Blvd), un locale dove la colazione viene servita 24 ore su 24. Dalla colazione mattutina si passa velocemente alla musica live del Cafè Biliak (2 Bialik St., mai chiuso), un cafè dallìatmosfera decisamente rilassante situato in una delle zone più caratteristiche di Tel Aviv, dove avrete la possibilità di visitare dei luoghi simbolo come la casa del poeta nazionale Chaim Nachman Biliak e quella del pittore e diplomatico israeliano Reuven Rubin (Reuven Rubin Museum, 14 Bialik St.), presso la quale è oggi custodita una interessante collezione permanente dedicata alle sue opere.
Per godersi la magia del tramonto di Tel Aviv non c’è posto migliore delle sue spiagge; anche in questo caso avrete solo l’imbarazzo della scelta visti i tanti lidi e tratti costieri che si susseguono da Jaffa, antica città ottomana, sino al vecchio porto, alla Hilton Beach, spiaggia dei surfisti e alla Banana Beach, meta preferita dai modaioli. Per la cena vi consigliamo di fermarvi al Goldman’s Yard, un ottimo ristorante di pesce, mentre per il divertimento serale vi suggeriamo le performance live dell’Amelia Cafè Bistro (88 Dizengoff St.),del Rothshild 12, noto per i suo dj-set e per gli spettacoli dal vivo, situato nella storica Rothshild Boulevard, una delle strade più belle e ricche d’arte della città.
Tra le zone emergenti per il divertimento notturno c’è Namal a nord di Tel Aviv caratterizzata dalla presenza di una promenade in tek ricca di locali e ristoranti aperti tutta la notte. Consigliata una sosta al Boya e allo Shablul, un jazz club molto caratteristico ritrovo di artisti di fama internazionale. Per chi ama stare sveglio tutta la notte non c’è posto migliore dell’Axbraxas (40 Lilienblum St.), un lounge bar sempre affollato, o del Nanuchaka (30 Lilienblum St.), un bar georgiano dove è uso ballare sul bancone del bar al suono di musica est-europea.
Per chi cerca una serata più tranquilla consigliamo il Container nella zona di Jaffa, un vecchio capannone industriale riconvertito in locale chic e di tendenza. Altro luogo dedicato ai nottambuli è il Breakfast Club (6 Rotschild Boulevard), un vero e proprio luogo cool per i giovani di Tel Aviv, così come il mega club HaOman17 (88 Abarbanel St.) e il Cat & Dog (23 Karlibach St.), vero e proprio tempio della musica underground.