Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

La cucina indiana: cibi e piatti tipici

Piatti tipici della cucina indiana

I piatti tipici della cucina indiana sono molto speziati e ricchi di carne, latticini e verdure. A seconda della zona dell’India in cui vi trovate, assaggerete pietanze prevalentemente a base di carne (India settentrionale) o per lo più vegetariane (India meridionale). Se scegliete di provare un piatto di carne potreste ritrovarvi a mangiare anche il piatto, anch’esso particolarmente gustoso: spesso infatti la carne è accompagnata o addirittura posata su di una sorta di piadina, la cosa più vicina al pane che troverete in India.

Sacchi contenenti spezie indiane
Sacchi contenenti spezie indiane

Il pane indiano conosce preparazioni differenti ma è sempre rigorosamente non lievitato. C’è il Roti, tondo e a base di farina integrale; il Besan Roti ricavato dalla farina di ceci e cosparso di ghee (una sorta di burro) e il Chapati, pane di frumento cotto sulla tawa (una piastra calda) e poi messo direttamente a contatto col fuoco per dargli una forma tondeggiante. Tipico dell’India è anche il Papadum, una focaccia di farina di lenticchie che potreste ritrovare anche sbriciolata nel riso. Il riso indiano è di vari tipi che variano a seconda del condimento ma anche del tipo di cottura. Tra i più diffusi il Pilaf, cotto al forno e insaporito con brodo e spezie, e il Biryani, un riso molto speziato e condito con ghee e piselli. Tra i dolci più noti vi è certamente il Gulab jamun, preparato mescolando la farina con latte, acqua di rose e zafferano. Il composto va poi fritto e consumato in occasioni particolari come feste e matrimoni. Il Kheer è invece un dessert a base di riso e latte, insaporito con cardamomo, zafferano, pistacchi, mandorle e uva passa. La bevanda più diffusa in India è il the (famosissimo quello Darjeeling) aromatizzato con le spezie più varie tra cui pepe, anice, zenzero, cardamomo, semi di garofano e cannella, ma anche mandorle e pinoli.

In India, o in un buon ristorante indiano, vi capiterà di assaggiare anche il Lassi, una bevanda fredda a base di yogurt, limone e cumino, a cui viene aggiunto zucchero o sale. E a fine pasto provate il Paan, un involtino di foglia di betel che racchiude un impasto di noce di areca, tabacco, pasta rossa e lime. Non va ingoiato ma solo masticato lentamente ed è la versione indiana del nostro digestivo.

Pasqua 2012: le offerte last minute per l’Europa

Pasqua 2012: viaggi low cost Spagna e Portogallo

Le vacanze di Pasqua sono sempre più vicine e nonostante il tempo stringa e la crisi economica ci induca a risparmiare, questo non significa che non possiamo goderci una meritata vacanza cogliendo al volo una serie di offerte low cost davvero imperdibili.
Ma dove andare per Pasqua?
Partiamo dalle offerte last minute di Evolution Travel (http://www.evolutiontravel.it/it_IT/home.html) che per Pasqua propone due destinazioni davvero allettanti, la Spagna e il Portogallo.
Disponibili infatti due ottimi last minute rispettivamente per Madrid e per Lisbona.Madrid low cost
Nel dettaglio per Lisbona, Evolution Travel propone il pacchetto Boa Pascoa comprendete il volo A/R da Milano o Venezia con TAP, e il pernottamento in tre diversi hotel a 3 o 4 stelle con trattamento di prima colazione a partire da 329 euro a persona. Il pacchetto è quindi all inclusive e davvero conveniente, dandovi la possibilità di scoprire una città incantevole come Lisbona, il cui fascino si accentua in primavera.
Per quanto riguarda il pacchetto last minute di Pasqua per Madrid, l’offerta di Evolution Travel parte da 299 euro per trascorrere tre giorni nella capitale spagnola con il pacchetto Felices Pascuas che comprende volo A/R, sistemazione con trattamento di prima colazione in un hotel 4 stelle e trasferimenti da e per l’aeroporto.

Bruges low costPasqua 2012: offerte low cost per le Fiandre

Se volete approfittare delle vacanze di Pasqua per conoscere meglio la bella terra del cioccolato, ovvero le Fiandre, allora non potete perdere le offerte di viaggio last minute di Imaginarium, catena spagnola di negozi specializzati nell’infanzia.
L’offerta propone dal 5 al 9 aprile una vacanza nella bellissima regione delle Fiandre, con pernottamenti a Gand e Bruges, città dalle quali è possibile fare un salto anche a Bruxelles o ad Anversa. L’itinerario di viaggio non viene definito a priori ma si lascia la possibilità a tutti di scegliere la propria destinazione, visto che Imaginarium permette a tutti gli interessati di aggregarsi a gruppi di 40 persone circa. Tutte le proposte vengono intese nella formula all inclusive, comprensiva quindi di volo A/R, tasse aeroportuali, alloggio, trattamento di pensione completa, con tanto di menù dedicati ai bambini, assicurazione e altro e prevedendo anche lo sconto del biglietto aereo per tutti coloro che desiderano muoversi in autonomia.
Per info consultare: http://www.itsimagical.travel/viajes_it/viajeFlandesHome
Condizioni di pagamento e prenotazioni: +34 902214215 ; viajes@imaginarium.es