Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Quebec: cosa vedere in Quebec

Quebec: la Francia d’America

Più di un secolo e mezzo fa un celebre scrittore, tal Charles Dickens, aveva definito la Ville de Quebec, ovvero Quebec City, così:
“Quello che colpisce i visitatori di questa Gibilterra del Nord America sono le sue altezze vertiginose, la sua rocca che sembra sospesa nell’aria, le sue strade pittoresche e le sue porte minacciose, le splendide prospettive che allietano gli occhi girando ogni angolo”.
Parole che sono ancora oggi fortemente attuali e nelle quali ogni visitatore che si trova in questa Francia d’America condivide pienamente. Si perché l’atmosfera è rimasta la stessa, quella delle città settecentesche con le strade strette ed intrecciate, le carrozze e i ristoranti dove viene servito il meglio della cucina francese. Da allora il cambiamento più significativo ed evidente è stata certamente la costruzione proprio sul promontorio della Citta Vecchia dell’albergo-castello Fairmont Chateau Frontenac (http://www.fairmont.com), una struttura ricettiva suggestiva e di gran classe dalla quale è possibile ammirare con un solo colpo d’occhio un panorama mozzafiato che ricomprende i monti Laurentians, il Monte St-Anne e tutta la campagna circostante.
Scendendo dal Chateau Frontenac proprio lungo l’Escalier Casse-Cou, si giunge sino alla caratteristica Petit-Champlain, la vera strada dei negozi d’arte, sino a giungere a Place Royale, dove i turisti si trovano catapultati nella tipica atmosfera francese.
Proseguendo lungo il fiume si giunge sino al nuovo complesso commerciale Le Vieux-Port, la cui architettura, spiccatamente moderna, si distingue nettamente dal resto del paesaggio che lascia sempre quella sensazione di sospensione nel tempo.

Quebec: un viaggio nel tempo

Quebec City-Notre Dame Quebec City

Proprio nel cuore di Vieux-Port, in rue Dalhousie, si trova il famoso Musée de la Civilisation che propone delle mostre davvero molto interessanti le quali affrontano argomenti suggestivi come il corpo, la società, il linguaggio e il pensiero. Visita obbligata alla cattedrale barocca, la Basilique Notre-Dame de Quebec, seconda chiesa della città edificata nel 1633, e alla Citadelle, un castello a forma di stella che si trova sulla cima di Cap-Diamant. Tra i quartieri più interessanti della città segnaliamo quello di Saint-Roch, uno dei più antichi dell’intera provincia, e posto tra il Cap-Diamant e il fiume Saint-Charles. Si tratta di un quartiere dal sapore fortemente bohemienne, meta di artisti ed intellettuali, recentemente sottoposto ad una forte opera di riorganizzazione urbana che ha portato alla costruzione di molti locali, negozi e ristoranti. Infine da non perdere, lungo le rive del Saint-Charles, il villaggio di Wendake (http://www.huron-wendat.qc.ca/) dove è possibile scoprire e conoscere la cultura degli Uroni-Wendat, antiche popolazioni indigene del Nord-America, ai quali è dedicato anche un magnifico albergo-museo.

Musei Vaticani: informazioni utili per visitarli

Visitare i Musei Vaticani

I Musei Vaticani sono certamente una delle attrattive più famose e conosciute del nostro paese, ogni anno visitati da centinaia di miglia di turisti che accorrono da ogni angolo del mondo per ammirare i capolavori in esso contenuti.

I Musei Vaticani rappresentano uno dei complessi museali più grandi ed interessanti del mondo, comprendendo al suo interno diversi musei e palazzi e precisamente:
• Museo Gregoriano Egizio
• Museo Gregoriano Etrisco
• Musei Antichità Classiche
• Museo Pio Cristiano
• Pinacoteca
• Museo Missionario-Etnologico
• Museo Storico Vaticano
• Palazzi Vaticani
• Cappella Sistina
• Museo della Biblioteca Vaticana

Un patrimonio ricchissimo, per la cui visita non basta un giorno, a patto che riusciate a sopportare le lunghe code che sempre si vedono all’ingresso dei Musei Vaticani!

Musei Vaticani: orari di apertura e prezzo dei biglietti

I Musei Vaticani sono aperti dal Lunedì al sabato, con entrata dalle ore 9:00 alle ore 16:00 e chiusura alle 18:00, con chiusura prevista la domenica, con la sola eccezione dell’ultima domenica del mese quando è possibile entrare gratuitamente dalle 9:00 alle 12:30, purchè questa domenica non coincida con la Pasqua, Santo Stefano e Natale.

Il biglietto di ingresso ai Musei Vaticani da diritto anche alla visita alla Cappella Sistina per il solo giorno di emissione. I biglietti non sono rimborsabili e per quanto concerne le tariffe si va dai 15 euro di un biglietto intero, agli 8 euro di un biglietto ridotto, passando per i 4 euro per le scuole.

Visite guidate ai Musei Vaticani

E’ possibile prendere parte alle visite guidate ai Musei Vaticani scegliendo tra diversi percorsi:
• Musei Vaticani e Cappella Sistina
• Giardini Vaticani
• Musei Vaticani e Basilica di San Pietro

I prezzi per questi percorsi variano a seconda che la visita sia per singoli o per gruppi.

Per maggiori informazioni sui prezzi e gli itinerari http://mv.vatican.va/2_IT/pages/zInfo/MV_Info_Servizi_Visite.html

Cosa vedere a Vancouver

Vancouver è una città multietnica che si differenzia sotto alcuni aspetti dal resto delle città Canadesi, a partire dal clima che si presenta comunque più mite rispetto a quello delle altre come Toronto.
In superficie Vancouver sembra voglia competere con lo skyline di New York, infatti è la città dei grattacieli da cui poter ammirare una spettacolare vista su tutta la città e sulla baia.

Vancouver: Cosa vedere a Vancouver

Canada Place: è l’edificio simbolo della città che si protende nel mare ed è adornato da imponenti vele.
British Bay: è la baia da cui si può godere di un tramonto spettacolare, ed anche se le acque dell’oceano in questo punto non sono tra le migliori, resta comunque uno dei luoghi più belli da vedere in città.
Museo di antropologia: conserva i primi manufatti della cultura indigena trovati nel nord-ovest del mondo, oltre ad ospitare reperti di grande valore.
Museo del Pacifico: espone fossili, rocce e minerali ed un importante reperto, il resto fossile del dinosauro Lambeosaurus.
Museo di Vancouver: raccoglie le collezioni d’arte degli artisti locali.
Capilano Suspension Bridge:Se non soffrite di vertigini non perdetevi la traversata del ponte sospeso di Capilano una delle principali attrazioni della zona.
Parco Stanley: un parco di 400 ettari ricavato nella foresta canadese. All’interno del parco potrete visitare l’aquarium che ospita più di 8000 creature marine.
Science World: una cupola che ospita il museo della scienza di Vancouver.
La vita sotterranea: proprio così nel sottosuolo di Vancouver a riparo dal freddo c’è una sorta di città sotterranea con 3km di gallerie ospita diverse attività commerciale e negozi per una mite passeggiata di shopping.
L’isola di Vancouver: per gli amanti della natura selvaggia quest’isola è l’ideale ed è raggiungibile in traghetto.