Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Visitare Atene: la culla della civiltà

Acropoli di atene

La città di Atene è il sogno di ogni appassionato di storia ed arte. E’ qui che la cultura europea e mondiale ha le sue origini, e se è vero che la Grecia è “la culla delle civiltà”, Atene ne è il cuore, che meglio di ogni altro luogo al mondo ne custodisce le memorie. Le tappe fondamentali nella vostra visita nella capitale della Grecia, saranno tante, ma una cosa è certa: non la dimenticherete tanto facilmente!

Veduta dell'Acropoli di Atene
Photo credit: loriszecchinato / Foter / CC BY

Innanzitutto, abbracciate la città con lo sguardo dal suo punto più alto, l’ Acropoli, enorme complesso artistico ed architettonico, simbolo della città. Poi, passeggiate nell’Agorà, antico luogo di ritrovo di filosofi, politici e pensatori greci, mentre per un’atmosfera meno pacata e più moderna, perdetevi nel mercato di Monastiraki, brulicante di ateniesi e bancarelle, per comprare  un ricordo o semplicemente curiosare tra le mille cose in vendita. Caratteristico in tal senso è anche l’affascinante quartiere della Plaka, anch’esso gremito di negozietti, bancarelle, ma anche di ristorantini e bar dove potersi riposare dopo una giornata a spasso tra i vari musei della città, Il Museo Archeologico Nazionale , invece, vi lascerà senza fiato. Non  a caso è uno tra i dieci più importanti musei al mondo, e raccoglie migliaia di opere ed oggetti divisi su tre livelli, che dalla preistoria ai giorni nostri raccontano attraverso l’arte e la scultura la storia della Grecia. Proprio come l’Agorà, un altro luogo è oggi adibito ad ospitare le grandi manifestazioni politiche, talvolta accese, del popolo ateniese: si tratta di Piazza Syntagma (Piazza della Costituzione), cuore vero e proprio della città, in cui vi è anche situato il Monumento al Milite Ignoto ateniese, sorvegliato da guardie con i costumi caratteristici.

Teatro di Dioniso - Veduta panoramica di Atene
Teatro di Dioniso – Veduta panoramica di Atene – Photo credit: Foter / CC BY-NC-SA

Infine, anche la gastronomia fa parte di questa meravigliosa città: la cucina greca è famosa in tutto il mondo, quindi state lontani dai fast food e dedicatevi alla scoperta dei sapori di Atene, dai kebab, farciti con la squisita salsina di yogurt, cetriolo e aglio (lo tzatziki) , alla celebre e fresca insalata greca, a base di feta, un formaggio asprigno di capra semplicemente delizioso, per concludere con il liquore locale, l’ouzo che vi permetterà di chiudere in bellezza qualsiasi gustoso pasto nella capitale mondiale dell’arte.

Cosa vedere a Rodi

rodi

Splendida isola ricca di spiagge stupende, Rodi ha molti spazi liberi da visitare per chi è affascinato alla storia, all’architettura e all’arte. Sono tante le passeggiate da fare durante la propria vacanza a Rodi. La soluzione più conveniente e più economica è quella di affittare un’auto e girare l’isola, sentendosi liberi da itinerari prestabiliti.

palazzo-gran-maestro-rodi
Photo credit: docpap / Foter / CC BY-NC-SA

La Città Vecchia è formata da due diverse parti: il Collachio (Collachium), sobborgo dei Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni e il Bourg, una sequenza di palazzi che danno forma a un intrigo di vie, rione popolare dove abitavano greci, turchi ed ebrei. Vi proponiamo una piccola rassegna dei posti più belli da esplorare.

Il palazzo del Gran Maestro  conosciuto originariamente con il nome di Kastello, fu edificato durante il periodo bizantino (VII sec.) nel luogo più elevato della città medievale, a nord-ovest di essa. E’ un rinomato esempio di architettura militare dalla forma compatta e sistemato in modo ingegnoso.

Svolse dinamicamente il ruolo protettivo della città e rifugio per la popolazione in caso di aggressione nemica. Il quartiere turco  è agevolmente identificabile per la sua particolare architettura, è un meraviglioso aggregato di chiese musulmane, torri, case popolari e bazar ed alcuni edifici di importanza storico-artistica.

rodi-acropoli
Photo credit: Endzone.it / Foter / CC BY-NC-ND

L’acropoli di Rodi una passeggiata poco faticosa porta fino alla vetta del monte Smith, immedesimato con l’antica Acropoli della città. Il suo nome si connette all’ammiraglio anglosassone Smith che adoperò la zona alla maniera di quartier generale nel 1802.

Kamiros è un sito archeologico sulla riva a ovest dell’isola, era un’importante città-stato fondata dai Dori. La valle delle farfalle (Petaloudes) è la zona più amata dai turisti una riserva della natura unica nella sua varietà dove in un certo periodo dell”anno, farfalle di diverse specie vengono a riprodursi.

Epta Piges  è sicuramente uno dei territori più piacevoli da visitare a Rodi. Un panorama chimerico, un’oasi di fresco, rinvigorente nei caldi mesi dell”estate. L’acropoli di Lindos è posta ad un’altezza di 116 m, che può essere raggiunta passando per la città e attraversando un viottolo in ascesa, è valutato uno dei siti archeologici di grande interesse dell’intera Grecia.

Una vacanza nelle isole greche, tra mare e movida

Photo credit: mariusz kluzniak / Source / CC BY-NC-ND
Photo credit: mariusz kluzniak / Source / CC BY-NC-ND

Quanti giovani, quante famiglie, quante coppie ogni estate decidono di trascorrere le vacanze in Grecia… tantissimi! L’arcipelago greco è il primo e il più ricettivo di tutta l’Europa ci sono quasi 3000 isole, ma non tutte però sono abitate. Il motivo per cui c’è tanta affluenza è dovuto al paesaggio che si presenta, innanzitutto le isole sono diverse l’una dall’altra, ognuna è ricordata e conosciuta per una ragione precisa. Di sicuro le accomuna il mare, la vegetazione e la gente così aperta e disponibile. Le più gettonate sono Mykonos, Ios, Santorini dove la movida è al massimo ma c’è da dire che anche nelle altre, meno note, ci si può divertire allo stesso modo.

Queste isole pur se molto frequentate sono comunque legate alle proprie abitudini, alle proprie tradizioni, la gente vive ancora con i prodotti della terra, con quello che si pesca e con la pastorizia. E’ nell’immaginario collettivo incontrare i pastori che si fanno trasportare dagli asinelli lungo le mulattiere.

Photo credit: wallace39 " mud and glory " / Photo / CC BY-NC-SA
Photo credit: wallace39 ” mud and glory ” / Photo / CC BY-NC-SA

L’isola più grande ed estesa dell’arcipelago delle Cicladi è Creta, che si presenta con un paesaggio variegato da un lato ci sono le tante spiagge dalla sabbia cristallina, considerate le più belle di tutta la Grecia e dall’altro lato ci sono monti e colline. Per giungere a Creta è possibile o arrivarci via mare oppure con un volo, una volta giunti suggeriamo di noleggiare un auto così siete più liberi di andare a cercare la spiaggia più bella e di trovare la caletta più singolare, vi sembrerà quasi di stare ai Caraibi.

Quelle più belle in assoluto le troviamo ad ovest, non si può non nominare Balos una laguna dai colori indecifrabili, l’acqua è così cangiante che non è possibile definirla, Falassarna una spiaggia molto lunga che nella parte della riva il colore è rosa, la stessa tonalità dei suoi coralli immersi nel mare ed ancora Elafonissi una spiaggia che ha la sabbia bianca e rosa che cambia colore in funzione del sole e della temperatura.

Una vacanza a Greta è anche visitare una civiltà antica, vi troviamo nell’era minoica con palazzi antichi e siti archeologici di spessore come Festo, Malia, Cnosso e Agia Triada.

Viaggio last minute in Grecia

Il Dodecaneso e le Cicladi viste da vicino, attraversare l’Egeo in barca a vela è possibile

Grecia in Vela offre al servizio del viaggiatore accanito, del turista amante della natura, del curioso e della coppia di innamorati, l’opportunità unica ed indimenticabile di un viaggio last minute in Grecia ad un prezzo incredibile, nell’arcipelago del Dodecaneso, con qualche puntata sulle Cicladi. In questo contesto assolutamente incredibile, tante le opportunità di crescita e di sfida per quanti decideranno di salpare a bordo della Bavaria 46 Cruise, il charter guidato dallo skipper Jacopo,  ufficiale di coperta, giovane e intraprendente amante del mare.

Con partenza dai porti di Kos o di Paros, da giugno a settembre, è possibile partire in gruppo fino ad un massimo di otto prenotazioni, con la possibilità di condividere uno spazio unico, in 14,2 mt di lunghezza, forniti al loro interno di tre cabine matrimoniali, una singola con letti sovrapponibili, due bagni e un’area comune, compresa di cucina con due fuochi e un forno.

Le dolci temperature estive inoltre permettono una gradevole permanenza a bordo. Con massimo trenta gradi in altissima stagione, senza alcuna precipitazione, la mini crociera offerta dalla Plenis Velis, nome della barca a vela, risulta in grado di soddisfare qualsiasi viaggiatore, ma anche qualsiasi amante della natura.

Costeggiando ogni frastagliata venatura delle isole, osservando l’Egeo blu incupirsi nella calde ore notturne e ammirando il cielo, privo di luci cittadine ma solo di riflessi stellati, l’atmosfera a bordo, al tramonto e all’alba riuscira’ nell’intento di rendere la permanenza a bordo davvero indimenticabile, grazie anche al dolce vento Meltemi. Questo tipo di vento dall’origine quasi mitologica, accompagna dolcemente ogni istante della giornata, favorendo la sensazione di freschezza necessaria ad un viaggio in compagnia di amici a bordo di una barca a vela.

L’Arcipelago del Dodecaneso, con oltre duecento Isole, è il prediletto dalla minicrociera, Nei periodi prescelti per la vacanza, ovvero tra giugno e settembre, sono diverse le sagre e le festività presenti sulle Isole degli arcipelaghi: ogni fermata sarà dunque una sorpresa inaspettata, alla scoperta delle particolarita’ dell’isola prescelta.

Una compagnia tutta italiana, amante della Grecia e dei suoi mistici contorni, fornita di personale specializzato e competente, a cominciare dallo skipper Jacopo. Capace di gestire ogni emergenza e difficoltà in maniera esemplare, ma anche di suggerire itinerari diversi e avventurosi al viaggiatore single desideroso di cimentarsi in un’avventura ai limiti dell’Egeo.

Inoltre, sarà possibile al momento della prenotazione, usufruire di diversi sconti, a cominciare da quello in riferimento al periodo di compilazione della richiesta: fino a tre mesi prima, per chiunque prenoti, vi è uno sconto del 5%. Inoltre, per chiunque dovesse essere interessato a viaggiare a bordo del charter per oltre una settimana, vi è uno sconto sulla seconda pari al 10%. Nella sezione del sito last minute Grecia in vela propone altri innumerevoli viaggi low cost.

Non vi è possibilità di vedere sempre le stesse cose poiché essendo tante le Isole a disposizione l’itinerario tende sempre a cambiare: Grecia in vela, Jacopo e il charter Plenis Velis vi aspettano per un viaggio diverso, ammaliatore e davvero indimenticabile.

Per maggiori informazioni sui last minute Grecia in Vela entra nel sito greciainvela.it

Alla scoperta delle isole del Dodecanneso

Se pensiamo alla parola barca a vela forse la prima nazione che ci viene in mente pensando al mediterraneo è la Grecia. Uno stato, culla della civiltà europea che è costellato di almeno 3000 isole di cui circa 167 abitate. Queste isole si raggruppano in almeno 5 arcipelaghi principali: Grecia Ionica, Cicladi, Sporadi, Isole del Saronico e infine, fin quasi a ridosso delle coste Turche le cosiddette isole del Dodecanneso.
Partendo dalla rinomata isola di Kos ormai collegata molto bene con l’italia con note compagnie di volo, si può affrontare sia un percorso verso nord, che verso sud, alla ricerca delle isole minori dell’arcipelago alcune delle quali abitate, come ad esempio Tilos, case bianche in mezzo ad aspre radure collinose, Nisiros e Simi, entrambe incontaminate e selvagge, e altre isolette ancora più piccole e disabitate dove l’acqua è perennemente blu e cristallina.

Con il percorso verso nord invece affronteremo isole quali Kalimnos, multiforme groviglio di casettine dalle finestre variopinte, Lipsi poche abitazioni e un mare trasparente ovunque e Pamos, stupenda isola, su cui spicca l’antica fortezza saracena che domina un antico paese fatto di tetti piatti e case bianchissime.
Veleggiare in queste isole sarà come fare un tuffo nella storia, e riscoprire i ritmi di vita e le abitudini di civiltà ormai perdute e dimenticate, è un esperienza che non ha eguali al mondo, accompagnati da un mare cristallino che riempirà sempre i nostri occhi di stupore e di meraviglia.
Regalati una crociera nel dodecanneso, una di quelle esperienze così speciali, che capita soltanto una volta di fare.

Corfù: cosa vedere a Corfù

visitare l'isola di corfù

Corfù: cosa vedere a Corfù città

L’isola di Corfù, conosciuta anche con il nome di Kerkyra, è una delle più belle e turisticamente visitate della Grecia, in quanto può vantare bellezze naturali ma anche un ricco patrimonio artistico.
Ecco cosa quest’isola ha da offrirvi!
Partiamo dalla omonima capitale, dove intorno alla Spianada, ovvero il piazzale situato tra centro storico e città vecchia, si dipartono una serie di stradine e vialetti tortuosi che vi conducono alla scoperta delle bellezze della città.
Da vedere sono certamente:
Palazzo Reale: Costruito a picco sul mare nei primi dell’800 dai reali inglesi, il Palazzo Reale ospita oggi la Galleria d’arte e il Museo di Arte Asiatica, dove sono custoditi oltre 10mila pezzi raccolti in estremo oriente
Città vecchia: La città vecchia rispetta perfettamente lo stile architettonico veneziano che caratterizza un po’ tutti i quartieri cittadini, ma principalmente la zona della Spianada. Presenti anche i segni architettonici di altri stili visibili ad esempio nel Palazzo Liston con i suoi motivi francesi, o nelle numerose chiese bizantine
Museo Archeologico: Situato ad ovest del tempio di Artemide, il Museo Archeologico ospita numerosi resti di grande valore
Museo Bizantino o Andivouniotissa: Questo museo è collocato all’interno di una chiesa del ‘400
Fortezza Vecchia: La fortezza si erge su uno sperone a picco del mare e la sua costruzione fi dovuta alla necessità di difendere il porto
Palazzo del Municipio o San Giacomo: Nella piazza principale è possibile ammirare la Cattedrale cattolica Agios Iakvos, ovvero di San Giacomo, in stile veneziano
Chiesa di Agios Spiridonaz: Si tratta della chiesa più importante della città dedicata appunto al patrono Spiridione
Chiesa di Agii Iason e Sosipatros: Si tratta di una bellissima chiesa bizantina con annesso giardino situata nella baia di Garitsa

Cosa vedere a Corfù: le spiaggeMonumenti da vedere a corfù

Le spiagge di Corfù non vi deluderanno in quanto sono tutte bellissime e fatte appositamente sia per rilassarsi che per praticare sport acquatici come lo snorkelling.
Tra le spiagge più belle ci sono certamente quelle di Paleokastritsa, situata a circa 25 km da Corfù, molto frequentata dai turisti per il suo mare pulitissimo e le sue spiaggette confortevoli e tranquille. Qui da vedere sono anche il castello di Angelokastro, costruito da Michelangelo I, principe dell’Epiro, e il Monastero della Panagia costruito nel ‘200 e situato su un’altura di una piccola penisola.
Tra le altre spiagge segnaliamo Sidari, Kavos o Ermones, mentre se avete bambini la spiaggia giusta è quella di Agios Georgios, nel sud dell’isola.

Corfù: come arrivare a Corfù

Corfù è ben collegata con l’Italia e potrete raggiungerla sia in traghetto che in aereo.
In traghetto:
Da Bari
Effettuano il servizio di trasporto via mare da Bari a Corfù le seguenti compagnie:
Superfast Ferries
Adriatic Ferries
Da Brindisi
Dal porto pugliese, il più vicino a Corfù, le partenze sono garantite da:
Endeavor Lines
European Sealines
Adriatic Ferries
Grimaldi Lines
Da Venezia
Sebbene sia abbastanza distante, la tratta Venezia – Corfù è gestita da MINOAN LINE.
Tra le isole dello Ionio
La IONIAN LINES propone la tratta Igoumenitsa – Corfu – Paxos, mentre la MINOAN LINES offre la Igoumenitsa – Corfu – Patrasso

In aereo:
L’Aeroporto di Corfù non è collegato direttamente da voli di linea, tuttavia durante l’estate vengono organizzati diversi voli charter; trova con il motore di ricerca la tua soluzione ideale!

All’Aeropoprto Ioanis Kapodistrias di Corfù vi giungono principalmente voli interni di linea. Da Atene ci sono diversi collegamenti giornalieri, sia con Olympic Airlines sia con Aegean. Il volo dura poco meno di un’ora. Settimanalmente ci sono voli per le altre isole ioniche, per Rodi e Salonicco.
(Info tratte da http://www.corfugrecia.com/)