Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Santo Domingo: informazioni turistiche

Immersa nello splendore del Mar dei Caraibi, Santo Domingo resta una delle mete più frequentate per le vacanze balneari. Conta ben cinquecento spiagge divise tra coste con vegetazione selvaggia e lidi affollati. Non molti sanno, però, che oltre al mare, San Domingo è molto importante per la sua cultura.

alcazar-de-colon-santo-domingoIl suo centro storico, infatti, è stato dichiarato patrimonio mondiale dall’Unesco e annovera al suo interno palazzi reali, fortezze e castelli, alcuni risalenti al XVI secolo. Tra questi va ricordato l’Alcazar de Colon, palazzo edificato nel 1510 per volere del figlio di Colombo. Nel visitare San Domingo non può mancare una capatina al quartier Gazcue, ivi risiedono i musei di storia moderna e storia naturale.

Ma a Gazcue non ci si nutre solo la mente. Sono, tanti i ristoranti tipici per tutte le tasche, nonché caffetterie molto graziose nelle quali è doveroso ritagliarsi una piacevole pausa. Ciò che è importante sapere per i turisti italiani quando programmano una vacanza a Santo Domingo è che si può partire con il proprio passaporto senza la necessità del visto.

Non sono, inoltre, richieste vaccinazioni particolari ma è sempre bene consultare un medico per informarsi sulle principali precauzioni da prendere per destinazioni lontane. La lingua ufficiale è lo Spagnolo, ma è compreso anche l’Inglese.

La moneta locale è il Peso Domenicano; a tal proposito, va detto che sia aeroporti che hotel e banche hanno uffici di cambio; meglio chiamare prima per verificare l’apertura nei giorni del vostro soggiorno.

Stesso discorso vale anche per centri culturali. Alcuni necessitano di prenotazione, meglio telefonare e farsi inserire nelle liste per le visite. Per gli amanti dello shopping, da non perdere è Naco, il quartiere dei centri commerciali: Piantini, Central Plaza, Unicentro Placa e Plaza Naco sono quelli più noti.

Santo Domingo quindi è davvero per tutti i gusti ma per godersela in pieno comfort vi suggeriamo di visitarla tra Dicembre ed Aprile. Le temperature, in quei mesi, sono meno elevate ed il livello di umidità è più sopportabile. La città, infatti, ha un clima tropicale umido con frequenti piogge e l’inverno può andare tra i 24 e 32 gradi.

Vacanze in crociera nelle fantastiche acque caraibiche

msc_crociera_mediterraneoQuante volte, nell’arco della vostra vita, vi siete promessi un viaggio da sogno, magari nei Caraibi? Siamo sicuri che questo è capitato spesso, e per questo vi proponiamo un’indimenticabile virata in nave proprio nelle isole dei vostri sogni.

Con le loro acque turchesi, le spiagge di sabbia bianca e una temperatura calda tutto l’anno, le isole caraibiche rappresentano una fantastica destinazione di viaggio. Le compagnie di crociera privilegiano questa regione in particolare durante la stagione invernale, quando le rigide temperature delle nostre città ci spingono alla ricerca di mete esotiche.

D’altronde, sono talmente tante le firme a proporre delle offerte crociere ai Caraibi su crociere.net che, qualunque siano le vostre esigenze in termini di durata, prezzo e itinerario, sarete soddisfatti senza alcun’ombra di dubbio. I Caraibi sono suddivisi in tre grandi zone, che le compagnie di crociera prendono in considerazione per dividere le loro proposte: ci sono i Caraibi orientali con scali come San Juan, St. Thomas e St. Maarten, i Caraibi occidentali che vedono fermate a Cozumel, Falmouth e Labadee, e infine il sud dei Caraibi dove sono famose fermate quali Philipsburg, Bridgetown e Charlotte Amalie, Aruba e Curaçao.

Le crociere che navigano nei Caraibi sono spesso proposte con voli aerei inclusi, in quanto quasi sempre con partenze previste dagli Stati Uniti: a volte Miami, a volte New York, lontano dal nostro paese e costringendo chi è interessato alla crociera a spese aggiuntive.

Per questo motivo, le compagnie di crociera lavorano in stretto contatto con le compagnie aeree e l’imbarco effettivo avviene in una delle nostre città (spesso Roma e Milano): la formula totale vi aiuta a risparmiare sul vostro budget. La durata delle crociere ai Caraibi è mediamente di una decina di giorni, anche se non mancano tragitti molto più lunghi (tre settimane) o molto più corti (quattro giorni).

La destinazione caraibica è perfetta per i viaggi di nozze o soggiorni romantici in genere, così come per chiunque apprezzi delle spiagge da cartolina e una popolazione calorosa.

I Caraibi in crociera, una meta paradisiaca

Navi da crociera moderne ed eleganti vi offrono vacanze in crociera attraverso il mondo intero, dagli iceberg dell’Antartide ai verdi paesaggi del Canada. A seconda del vostro gusto, potete scegliere una destinazione qualsiasi attraverso i due emisferi, anche se queste fredde temperature invernali sono ideali per una fuga in piena regola ai Caraibi.

Con le sue spiagge decorate da palme e il suo mare turchese, la destinazione Caraibi vi regala un viaggio da sogno in un paradiso terrestre. Lo scopo non è soltanto di ritornare a casa abbronzati e arricchiti, ma anche profondamente rilassati. I Caraibi sono famosi nel mondo intero per il loro colorato mondo subacqueo, e per i paesaggi da cartolina che regalano le spiagge sabbiose di Barbados, Antigua o Bahamas. Le più prestigiose compagnie di navigazione quali Royal Caribbean, MSC e Costa sono pronte a farvi fare un tuffo in questo mondo paradisiaco dalla natura incontaminata e dalle spiagge pittoresche e colorate. Dalla Repubblica Dominicana a Grenada, i più bei scali dei Caraibi sono in programma.

Indipendentemente dalla durata della vostra crociera e dagli scali, la destinazione è una delle mete più economiche al mondo: sì, perché le crociere Caraibi includono spesso nel loro prezzo molti extra e servizi speciali, per una vacanza ancora più da sogno. Anche la vostra nave non è da meno, poiché i moderni transatlantici sono lussuosamente arredati ed offrono un’esperienza a cinque stelle attraverso spaziose piscine, centri benessere e viste mozzafiato sul mare azzurro. Il relax comincia a bordo grazie al massimo comfort offerto dalle compagnie di crociera. In attesa degli sbarchi, vi godrete il sole sul ponte o sarete coccolati con prelibatezze culinarie a bordo.

I Caraibi sono uno tra i più bei posti al mondo per lo snorkelling, insieme al Mar Rosso e alle Maldive, e faranno la gioia di chi ama gli sport acquatici in generale.

 

Crociere nei Caraibi per gli sposi

Una fresca brezza di mare, dei panorami mozzafiato e la persona che ami per vivere tutto ciò insieme a te: rendi perfetto il tuo viaggio di nozze in crociera.

 

Gli sposi sempre più spesso optano per delle crociere di nozze ai Caraibi per celebrare la loro unione e creare ricordi indimenticabili: il viaggio di nozze in crociera consente alle coppie di ricevere un trattamento regale visitando allo stesso tempo molteplici destinazioni da sogno, normalmente dissociati dai viaggi di nozze. La maggior parte delle crociere luna di miele durano da 7 a 14 giorni e si fermano in scalo durante le ore diurne, riservando le serate per la celebrazione del viaggio a due: una cucina raffinata a un tavolo a lume di candela, balli e romanticismo puro quando il sole cala e viene sostituito dalle stelle in un cielo incredibile sopra la vasta distesa del mare. Le crociere della Royal Caribbean ti offrono itinerari ovunque nel mondo, tra cui destinazioni particolarmente romantiche come le Hawaii, Tahiti, i Caraibi, l’Alaska o bene delle crociere nel Mediterraneo.

Appena saliti a bordo, scoprirai insieme alla tua amata la vostra cabina, per poi esplorare la nave, mangiare un boccone e fare qualsiasi altra cosa vi aggrada. Una volta che la crociera, e il vostro viaggio di nozze, ha inizio, l’emozione comincia davvero: molte compagnie offrono attività organizzate per le coppie, oltre agli altri servizi di cui tutti i passeggeri possono godere. Imbarcate per una crociera Costa Allegra all inclusive: cibo squisito, intrattenimento impeccabile  e comfort e relax fanno parte del tuo pacchetto luna di miele. La nave attraccherà nelle città più popolari del Mediterraneo dove insieme sarete liberi di esplorare e scoprire, comprare, godere della cultura locale. Le navi da crociera dispongono oggi per la tua luna di miele di tutti i comfort che si trovano in un hotel di lusso, non mancano pertanto per il vostro più grande piacere delle piscine, palestre, centri benessere e centri commerciali.

Saint-Barth: il meglio dei Caraibi

Saint-Barth: una vacanza da sogno alle Piccole Antille

Soprannominata la Costa Azzurra delle Piccole Antilla, Saint-Barthélemy, meglio conosciuta come Saint-Barth, conserva totalmente immutato il suo fascino di luogo primordiale, dove non esistono lidi, ombrelloni e tutti i simboli del turismo di massa.
Vero e proprio paradiso naturale dei Caraibi, Saint-Barth è comunque tra le isole più alla moda delle Piccole Antille, piccola, un po’ snob ma decisamente selvaggia, fatta solo da mare cristallino, spiagge dalla sabbia finissima e piccole case colorate.
Scendendo verso sud, lungo l’Anse de Grand Fond, il litorale si fa piuttosto scosceso e il paesaggio molto rurale e selvaggio, nel quale spicca solitaria la bella villa che Rudolf Nureyev si fece costruire per godere del silenzio di questi luoghi.
Risalendo la costa si possono ammirare le suggestive lagune salmastre di Grand Etang nell’Anse de Grand Cul de Sac, mentre nella zona compresa tra Anse de Marigot e Anse de Petit Cul de Sac si estende un magnifico parco marino dove è possibile ammirare tartarughe, balene, pesci di barriera e tanti coralli. Spostandosi verso ovest ci si imbatte nella zona più mondana, quella dei lidi come il Plage de Lorient, adatto anche ai bambini, e il Saint-Jean dove non è difficile imbattersi in un tartaruga marina.

Saint-Bart: dove alloggiare e mangiare

Nella zona più mondana ci sono anche molti alberghi, tra i quali vale la pena segnalare l’Eden Rock, hotel di lusso composto da 31 suite e 5 ville a tema come la Garbo Suite, dedicata alla famosa diva del cinema e arredata con mobili anni ’30. Oltre agli hotel lussuosi è possibile anche alloggiare prezzo alberghi più piccoli e caratteristici quale ad esempio La Baname, costituito da 9 cottage tropical-style arredati con mobili da collezione stile anni ’50.
Altra opzione potrebbe essere Le Cristopher a Pointe Milou, hotel di 42 camere e suite con terrazzo e patio privato arredato con gusto e lusso e caratterizzato dalla presenza di un ristorante di houte cuisine dove è possibile assaggiare i piatti del noto chef Philippe Bourgeois.
Da sottolineare che questi alberghi di charme hanno un costo molto accessibile, soprattutto nei mesi tra marzo e aprile quando il tempo è ancora bellissimo ma si sta già entrando nel periodo di bassa stagione. Tra i più economici segnaliamo il Tropical Hotel, albergo di 21 camere in stile coloniale proprio sopra la baia di Saint-Jean, e il b&b Fleur de Lune, situato alle spalle dell’Anse du Grand Saline e costituito da 2 bungalow e una villa in stile coloniale.
Ottimi anche i ristoranti tra i quali segnaliamo il Nikki Beach, situato sulla spiaggia di Saint-Jean, dove sono certamente da gustare i piatti a base di pesce, soprattutto crudo; altrettanto gustoso e chic è Le Ti-Saint-Barth dove potrete gustare ottimi piatti fusion che mescolano i sapori dell’Asia e della Francia. Prezzi molto accessibili da O’Coral, ristorante sulla spiaggia di Gran Cul de Sac, dove il must della casa è la cucina creala; tra i piatti vi consigliamo le accras de morue ovvero frittelle di merluzzo salato, oltre ai piatti a base di granchio, tartare e di wahoo, una specie di sgombro locale.