Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Cipro: alla scoperta della sua gastronomia

Cipro: caratteristiche della gastronomia cipriota

La cucina cipriota si presenta come una gastronomia tipicamente mediterranea, fatta quindi di piatti semplici che, in linea di massima, ricordano i sapori e gli odori della cucina greca. A caratterizzare però la cucina di Cipro sono anche nette influenze mutuate dalla grande tradizione gastronomica mediorientale, soprattutto turca, armena, siriana e libanese.
La cucina cipriota è molto saporita, ma allo stesso tempo si caratterizza per la sua leggerezza, semplicità e per la predilezione per ingredienti semplici e genuini.
La cucina cipriota è inoltre molto famosa per i suoi antipasti, il mezè, 15-25 portate di antipasti, tutti prevalentemente a base di formaggio, carne, pesce e verdure che nella maggior parte dei casi vengono serviti con salse.
Alcuni piatti della cucina cipriota sono stati, come detto, mutuati dalle tradizioni di altri paesi; il Kebab, la greca Mosaka, mentre tra le specialità casearie locali c’è da segnalare l’halloumi, un formaggio di pecora a pasta bianca e dura.

Cipro: i piatti più famosi e gustosi

Cucina cipriota- kouperia

Come detto la cucina di Cipro si caratterizza per sapori tipicamente mediterranei e per le contaminazioni culinarie di derivazione mediorientale, un mix quindi assolutamente eccezionale e da provare.
Tra i piatti tipici locali troviamo il montone e l’agnello, ma ottimo è anche il pesce.
Tra le specialità di carne impossibile non assaggiare il tavas e lo stifado, ovvero stufato di agnello o coniglio cucinato con cipolle, vino e aceto. Se siete amanti di piatti particolari provate la spanakopita , ovvvero spinaci, feta e uova avvolti in una pastella molto sottile, le kouperia, che altro non sono che foglie di vite ripiene di riso o di carne, le yemista, magnifiche verdure ripiene cotte al forno, le midye tavasi , ovvero le celebri cozze pastellate e fritte in olio, i dolmades , altra variante delle foglie di vite ripiene, il pourgouri, cioè grano tritato, cotto a vapore con cipolle fritte, la moussaka, che come detto è di derivazione greca e che consiste in un pasticcio di melanzane, patate, carne trita, formaggio e besciamella, e l’hummus , un goloso un pasticcio di ceci, sesamo, olio di oliva e limone.
Ampia scelta anche per gli amanti dei dolci che per la maggior parte si ispirano alla tradizione turca: tra i più saporiti ci sono la Kadeifi (torta di miele), l’Halvas (a base di miele) e il Soujoukko (dolce a base di mandorle immerse in succo d’uva caldo, poi lasciate essiccare al sole). Il pane tipico è la pitta, di forma schiacciata e cotto al forno senza lievito, mentre tra i vini da assaggiare sono il vino dolce Commandaria, la grappa Zivania, l’ouzo o raki (liquore a base di anice), e il caffé preparato alla turca.