Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Perù: pacchetti viaggio avventura Perù

Perù: una vacanza avventura in offerta

Per chi sta cercando una meta da sogno per le proprie vacanze, cosa c’è di meglio dell’avventurosa terra del Perù?
Paese degli Inca, il Perù è una terra ricca di sorprese, in quanto capace non solo di alternare i magnifici paesaggi marini che la costa del Pacifico offre, con le altissime vette andine e i tanti labirinti delle foreste sempre verdi.
Il Perù è sicuramente una terra particolare, che ben si presta a chi, da una vacanza, cerca anche un pizzico di avventura oltre a paesaggi completamente diversi da quelli a cui si è abituati.
Ebbene se il vostro sogno è il Perù, allora non potete sicuramente perdere l’offerta di Ruta 40; ecco i dettagli.
Il tour operator Ruta 40 propone 13 giorni e 12 notti in Perù con il seguente itinerario:
• Itinerario: Lima, Cusco, Valle Sacra, Piscacucho, Huayllabamba, Llulluchapampa, Warmihañusca, Pacaymayo, Runcuracay, Sayacmarca, Phuyupatamarca, Wiñaywayna, Intipunku, Machu Picchu, Cusco, Puerto Maldonado, Tambopata, Puerto Maldonado, Lima

Il prezzo parte da 4.495,00 euro a persona e prevede le seguenti condizioni:visitare il perù low cost
• Voli interni Lan, in classe economica (abbinati ad un biglietto intercontinentale Lan / Iberia); pernottamenti con prima colazione in camera standard; trasferimenti in privato da/per aeroporti/stazioni terminal/porti come da programma; biglietti del bus turistici; escursioni in privato con guide locali in italiano, eccetto in Amazzonia di gruppo in inglese-spagnolo gestite dallo staff del lodge; entrata a Machu Picchu il primo giorno e Bolleto de Cuzco; pasti come da programma (menù fissi ed escluse bevande); treno Peru/Inca Rail da/per Aguas Calientes e Andean Explorer Cuzco-Puno; assicurazione medico-bagaglio; assistenza 24/24h 7/7g
• Non sono invece inclusi nel prezzo i voli intercontinentali e le tasse aeroportuali, tasse aeroportuali per i voli interni e sorvoli; bevande ai pasti; pasti non indicati; escursioni facoltative; eventuale adeguamento valutario eur/usd; tasse di uscita; quota d’iscrizione; assicurazione contro l’annullamento e tutto quanto non indicato ne “la quota comprende”

Per maggiori informazioni e prenotazioni: www.ruta40.it – E. info@ruta40.it

Lima: cosa vedere a Lima

Lima: un po’ di storia

Lima, capitale del Perù, è la città più popolata del Paese, in passato insignita anche del titolo di Vicereame del Perù. Ancora oggi la città di Lima è il centro culturale, industriale e finanziario dell’intero stato sudamericano, forse anche grazie alla sua estensione che arriva a toccare le aree desertiche. Dal punto di vista storico, Lima venne fondata da Francisco Pizarro nel 1535 con il nome di Coudad de los Reyes, nome sul quale poi prevalse quello attuale derivato dalla lingua aymara, nella quale la parola lima significa fiore giallo.
Una leggenda racconta che il luogo della fondazione della città venne decido il 6 gennaio, ovvero il giorno della Festa dei Re Magi, da cui deriva l’antico nome della città Los Reyes.
Lima è una città ricchissima di spunti e di intrecci culturali davvero suggestivi, quindi le bellezze da visitare sono davvero numerose.

Lima: da vedere a LimaFortaleza del Real Felipe

Come detto la città di Lima è molto estesa, quindi è impossibile visitarla a piedi.
Dal punto di vista amministrativo ed urbanistico Lima si divide in 7 quartieri, oltre ad una vasta area periferica piuttosto povera.
Il quartiere principale, che prende il via da Plaza de Arms, si caratterizza per un tessuto urbanistico abbastanza variegato ma proprio in virtù di questo molto suggestivo. In questa zona sono assolutamente da vedere la Cattedrale, presso la quale è anche ospitata la tomba di Francisco Pizarro, il Convento e il chiostro di Santo Domingo, la Iglesia de la Merced, la Chiesa e il Convento di San Francisco, tutti edifici costruiti tra il 16esimo e il 17esimo secolo in stile barocco coloniale
Quartiere di Rimac: Le attrazioni imperdibili di quest’aria sono Plaza de Toros, la Quinta de Presa, antica residenza coloniale con annesso anche un piccolo museo, il Paseo de Aguas e Alameda de los Descalzos, due vie davvero molto suggestive dal punto di vista paesaggistico e architettonico
Quartiere di Miraflores: si tratta del centro residenziale ed amministrativo della città di Lima dove da visitare sono lo Huaca Pucillana, un piccolo complesso architettonico di età precolombiana, adibito ad edificio religioso e presso il quale è oggi ospitato un museo, la Quinta Bustos, una bella via adornata da ville coloniali
Quartiere di Barranco: qui da vedere sono Plaza del Parque Municipal, il Puente de Suspiros e il Museo Pedro de Osma, presso il quale sono ospitate magnifiche opere d’arte di epoca coloniale
Quartiere Callao: da non perdere la Fortaleza del Real Felipe, il Museo Navale, presso il quale sono esposti importanti reperti, e la spiaggia La Punta
Quartiere Barrios Altos: qui meritano una visita il Mercado Central e la Quinta Heeren
Quartiere Chorillos: quartiere che si è sviluppato intorno al nuovo porto

Tra le altre attrazioni di Lima vanno poi citate:
Museo Nazionale di Archeologia, Antropologia e Storia (Plaza Bolívar, Pueblo Libre, Lima 21): Il Museo Nazionale di Archeologia, Antropologia e Storia a Pueblo Libre è un punto di partenza ideale per conoscere la complessa storia culturale del Perù. La mostra disposta in ordine cronologico, con inizio nel 2000 a.C. sino all’epoca coloniale, include ceramiche, sculture in pietra, gioielleria e tessuti
Museo Larco (1515, Avenida Bolívar, Lima 21): Il Museo Larco di Puerto Libre ospita migliaia di manufatti di epoca pre colombiana in buono stato di conservazione e testimonianze delle antiche civiltà americane indigene: Chimú, Mochica, Lambayeque ed Inca. Ammiri gli elaborati ornamenti cerimoniali per il capo in oro ed i recipienti per bevande in pietra, prima di pranzare nell’eccellente ristorante con giardino del museo
Museo del Convento di San Francisco (Plaza San Francisco, Jirón Ancash y Lampa, Lima 01): Cimitero di Lima sino al 1810, le catacombe del Convento di San Francesco nel centro città sono ora aperte al pubblico. I turisti possono vedere le ossa disposte ordinatamente ed i teschi posti alla sommità dei resti di 25.000 corpi, insieme all’arte religiosa del monastero
Museo Nazionale (2465, Avenida Javier Prado Oeste, San Borja, Lima 41): Il Museo Nazionale di San Borja è il museo più importante di Lima. I reperti sono distribuiti su tre piani irregolari ed includono anche modelli in scala della maggior parte delle principali rovine del Perù, ceramiche altamente evolute e tessuti dall’epoca pre-incaica a quella coloniale
Palazzo Presidenziale (Plaza Mayor, Centro Città, Lima 01): Ricostruito negli anni ’30 in stile barocco, il Palazzo Presidenziale si innalza sulle ceneri dell’abitazione del fondatore di Lima, Francisco Pizarro, nel centro città. I turisti possono assistere al cambio della guardia ogni mattina
Pachacam (Antigua Panamericana Sur, Lurín, Lima 16): ovvero templi pre-inca per il culto del dio della creazione
Solariega de Aliaga House (224, Calle Jirón de la Unión, Lima 01): La residenza privata Solariega de Aliaga nel centro città fu costruita dal nobile spagnolo Jerónimo de Aliaga nel 1535. Oggi i turisti possono visitarla all’interno prenotando anticipatamente una visita guidata ed ammirare così i suoi interni coloniali ben conservati e l’elegante architettura
Parco dell’Amore (Malecón Cisneros, Miraflores, Lima 18): Affacciato sull’Oceano Pacifico, il piccolo Parco dell’Amore a Miraflores è il luogo perfetto per ammirare il tramonto insieme alla persona amata. Una scultura raffigurante una coppia che si scambia un bacio ed i mosaici a muro con incisioni d’amore contribuiscono a creare un’atmosfera romantica

Lima: shopping a Lima

Tra i migliori luoghi di shopping a Lima vi consigliamo i seguenti negozi e mercati:
Larcomar (610, Avenida Malecón de la Reserva, Miraflores, Lima 18): ovvero shopping sul lungomare dove troverete le gelaterie, i ristoranti, le sale giochi e più di 80 negozi che offrono di tutto, dai souvenir agli abiti su misura
Jockey Plaza (4200, Avenida Javier Prado Este, Lima 33): il più grande centro commerciale di Lima
Pueblo Libre Artisan Market (Avenida de la Marina, Pueblo Libre, Lima 21): Il Mercato dell’Artigianato a Pueblo Libre offre oggetti artigianali provenienti da tutto il Perù a prezzi leggermente più convenienti rispetto al resto della capitale. Qui potrà trovare di tutto, dai maglioni di alpaca, i ponchos ed i chullos (tradizionali copricapi a maglia) sino ai gioielli in pietra ed ai manufatti in legno e ceramica
Mercato delle Arti e dei Mestieri (Parque Kennedy, Miraflores, Lima 18): Il Mercato delle Arti e dei Mestieri a Miraflores è semplice da raggiungere ed è il più grande mercato dell’artigianato della città. Le bancarelle offrono sculture tradizionali in legno realizzate a mano ed oggetti dipinti con colori vivaci, e la musica dal vivo contribuisce a creare l’atmosfera

Informazioni utili
Fuso orario: -6h rispetto all’Italia; -7h quando in Italia vige l’ora legale.
Lingua: spagnolo. Nelle regioni dell’entroterra le popolazioni parlano il quechua; nelle regioni del sud (fra cui il Dipartimento di Puno), si parla ancora l’aymara.
Religione: in prevalenza cattolica.
Moneta: Nuevo Sol (PEN)
Prefisso telefonico dall’Italia: 0051 (seguito da 1 per Lima e Callao.)
Prefisso telefonico per l’Italia: 0039
Ambasciata d’Italia a Lima
Avenida Gregorio Escobedo 298 – Jesús María (Lima, 11)
P.O.Box: 11-0490 – Lima, 11
Tel: (051.1) 463.2727
Fax: (0051.1) 463.5317
Cellulare di servizio: (00511) 99723.2073
E-mail: ambasciata.lima@esteri.it