Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Madagascar: le offerte di viaggio Natale e Capodanno

VIAGGIO MADAGASCAR

Madagascar: le proposte per Natale

Le vacanze natalizie sono alle porte e se quest’anno volte lasciarvi alle spalle il freddo e la pioggia, il nostro consiglio è quello di optare per il caldo di mete esotiche, per il mare cristallino e per la piacevole ombra delle palme!
Si ma dove andare? E soprattutto come regalarsi una bella vacanza senza spendere troppo?
Semplice, affidandovi alla Rete e alle tante proposte che, navigando con un po’ di attenzione, è possibile cogliere al volo.
Vediamone qualcuna, partendo da una meta davvero incantevole, il Madagascar.
Per le vacanze di Natale e Capodanno in Madagascar Veratour (http://www.veratour.it/) propone un gustosissimo pacchetto, comprendente un soggiorno di 7 giorni presso il VeraClub Orangea Village (http://www.veratour.it/villaggi/madagascar-veraclub-orangea-village) e volo di A/R da Roma Fiumicino o da Milano Malpensa con prezzi a partire da 1.390 euro. Il trattamento previsto è quello di Formula Club, comprendente cioè prima colazione a buffet, pranzo e cena.

Zanzibar e Messico: offerte per vacanze da sogno

VIAGGIO ZANZIBAR
Zanzibar

Se il vostro sogno è invece quello di trascorrere il Natale e il Capodanno a Zanzibar o a Cuba, allora vi consigliamo di non perdere le proposte del tour operator Hotelplan (http://www.hotelplan.it/) che per la settimana di Natale o per quella di Capodanno vi permette di volare a Zanzibar, Giamaica e Messico a prezzi davvero imbattibili.
Vediamo nel dettaglio le tre offerte:
• Messico: La partenza è fissata il 18 dicembre da Milano Malpensa con soggiorno in Riviera Maya presso l’hotel tre stelle Riviera Caribe (http://www.hotelrivieramaya.com/) per 9 giorni e 7 notti con prima colazione inclusa a partire da 1.150 euro. Qui ulteriori info: http://www.hotelplan.it/media/PDF/1128MESSICO_MARE.pdf
• Giamaica: Partenza sempre il 18 dicembre da Milano Malpensa e soggiorno presso il Sunrise Club (http://www.sunriseclub.com/) sempre 9 giorni e sette notti con colazione inclusa a partire da 1.100 euro. Qui ulteriori info: http://www.hotelplan.it/media/PDF/1128GIAMAICA.pdf
• Zanzibar: Per Zanzibar la formula proposta è quella roulette, ma il trattamento è questa volta all inclusive per 9 giorni e 7 notti e partenza il 13 dicembre da Milano Malpensa o da Roma Fiumicino a partire da 1.060 euro. Qui ulteriori info: http://www.hotelplan.it/media/PDF/1201ZANZIBAR_ROULETTE.pdf

Madagascar: cosa vedere e sapere sul Madagascar

Madagascar: viaggio alla scoperta dell’isola

Quarta isola del mondo per grandezza, resa celebre dal film di Woody Allen “La maledizione dello scorpione di giada”, il Madagascar è da sempre sinonimo di fuga, di viaggio verso un paradiso selvaggio ed incantevole.
Situata al largo della costa sud-occidentale dell’Africa, e più precisamente del Mozambico, il Madagascar si caratterizza per una grandissima varietà climatica, di flora e di fauna. Le peculiarità climatiche e geografiche delle diverse zone sono infatti molto differenti tra loro. Il centro dell’isola è contraddistinto da un enorme altopiano, la parte orientale è battuta dalle correnti umide che provengono dall’Oceano Indiano, mentre le regioni a ridosso della costa occidentale affacciate sul Canale di Mozambico, hanno un clima più secco che, mano a mano che si scende verso sud, diventa sempre più arido.
Chiaramente a questa forte varietà climatica corrisponde anche una grande varietà di vegetazione; non a caso la flora vanta più di 10.000 specie di fiori e di piante, di cui una grandissima percentuale è endemica. Stesso discorso per la fauna che comprende 8 specie di carnivori, 340 specie di rettili e anfibi di cui il 90% endemici e ben 256 specie di uccelli.

Madagascar: le spiagge e il mare

Madagascar-Isola di Sainte Marie

Il Madagascar possiede circa 5.000 km di coste che si caratterizzano prevalentemente per un clima tropicale. Le spiagge sono lunghe e sabbiose, caratterizzate da lunghi tratti di barriera corallina e da fondali ricchi di flora e di fauna acquatica. A metà strada tra l’Oceano Indiano e il Canale del Mozambico, il Madagascar possiede tantissime località interessanti, sebbene le più belle siano certamente:
• Anakao, Salary e Ampassilava, situate lungo la costa sud occidentale, poco frequentate dai turisti ma ricche di baie meravigliose e di spiagge dalla sabbia bianchissima, oltre che dalla presenza della barriera corallina
• Arcipelago di Nosy Be, situato a largo della costa nord occidentale, si caratterizza per spiagge bianche, circondate da palme e fitta vegetazione. Questa zona è più turistica, infatti vi sono diverse tipologie di alberghi ove alloggiare e numerosi centri immersione. L’arcipelago è anche un ottimo punto di partenza per escursioni nell’arcipelago circostante alla scoperta di Nosy Tanikely, idelae per snorkelling e diving, Nosy iranja, una vera perla di bellezza, Nosy Sakatia, Nosy Komba, Nosy Fanihy e le altre isolette dell’arcipelago
• Isola di Sainte Marie, si trova a largo della costa orientale ed è da considerarsi come una delle isole più floride, grazie alla presenza di una vegetazione fittissima, di baie incantevoli e di un mare assolutamente cristallino. Anche questa è un isola più turistica, caratterizzata dalla presenza di numerosi hotel e centri per diving, snorkelling e pesca

Madagascar: i parchi, riserve e informazioni utili

Tra le attrattive maggiori del Madagascar è impossibile non annoverare i parchi e le riserve.
Oggi in totale esistono in Madagascar 17 Parchi Nazionali, 18 Riserve Speciali e 5 Riserve Integrali(Per info: Association National pour la Gestion des Aires Protègèes( www.parcs-madagascar.com ), dove la visita può essere effettuata solo in seguito al permesso degli uffici dell’ANGAP, ricordando che è quasi obbligatorio ingaggiare una guida, le cui tariffe variano molto dal tipo di percorso che si intende praticare.
Per quanto concerne il turismo, quello in Madagascar non è molto diffuso e questo perché il paese non si è ancora trasformato, fortunatamente, in una destinazione del turismo di massa. Per questo la rete ricettiva nell’isola non è molto sviluppata e ad eccezione di qualche hotel che possono garantire uno standard qualitativo elevato, spesso si incontrano piccoli hotel a conduzione familiare che a volte sono graziosi ed accoglienti a volte invece sono molto basici.
Per andare in Madagascar dovete fornirvi di un passaporto : in corso di validità con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data di rientro in Italia e deve avere almeno una pagina libera per il visto; quest’ultimo si ottiene agli aeroporti internazionali di Antananarivo e Nosy Be, non è necessaria alcuna fotografia, e fino a novembre di quest’anno è assolutamente gratuito. In alternativa è possibile anche richiederlo presso l’Ambasciata del Madagascar in Italia (Via Riccardo Zandonai, 84). Non è obbligatoria nessuna vaccinazione, sebbene sia consigliata la profilassi antimalarica e la vaccinazione contro l’epatite A. Il fuso orario ha due ore in più rispetto all’ora italiana quando in Italia è in vigore l’orario solare, 1 nel caso dell’ora legale. Per la moneta sono in circolazione 2 monete differenti, il Franco Malgascio che viene ritirato man mano dagli Istituti di Credito e l’Ariary, la nuova moneta. 1 Ariary (MGA) = 5 Franchi Malgasci (FMG). Il cambio con le monete occidentali è molto fluttuante !!! 1 Euro = 2.650 MGA (novembre 2010), mentre
la lingua ufficiale è il malgascio; il francese è conosciuto solo nelle città; la lingua italiana e inglese viene parlata solo da alcune guide e dal personale di alcuni hotel.

Cosa vedere a Napoli

Quando si parla di Napoli si pensa per prima cosa al mare, ad un romantico ristorantino sul lungomare dove assaporare una deliziosa pizza ed ascoltare il musicista che passa con il mandolino, beh la realtà non è molto lontana, ma la città di Napoli è molto più di questo, è arte, bellezza e dannazione, romanticismo e degrado il tutto in un affascinante mix che la rende unica.
Per chi stesse progettando un viaggio a Napoli ecco le 10 cose da vedere assolutamente:

1) Palazzo Reale: commissionato da Domenico Fontana nel 1600 fu costruito in previsione di una possibile visita del Re Filippo III  che poi non avvenne

2) Napoli Sotterranea: grotte e cunicoli sotterranei che furono utilizzati anche come rifugio durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale, e che oggi portano i turisti tra leggende e mistero

3) Spaccanapoli: è la strada che come dice il nome “spacca Napoli in due parti” e che va dai quartieri spagnoli a forcella che rappresenta in modo inquietante ed affascinante allo stesso tempo il cuore e l’anima della città

4) Cappella Sansevero e Cristo velato di Napoli: la Cappella nascosta nei vicoli del centro di Napoli contiene opere di grande fascino e valore tra cui appunto il Cristo Velato

5) Museo e Bosco di Capodimonte: il museo raccoglie alcune opere di grande importanza di Tiziano, Botticelli, Caravaggio etc, e il bosco di Capodimonte è uno degli spazi verdi più ampi della città

6) San Gregorio Armeno: chi non ha mai sentito parlare dell’arte presepiale a Napoli? Beh questa è la strada che rappresenta l’anima del Natale dove si possono ammirare le botteghe che producono presepi e pastori da centinaia di anni

7) Castel dell’Ovo: situato in mezzo al mare è uno dei simboli della città di Napoli

8) Museo Archeologico: inaugurato nel 1816 è uno dei musei più importanti del mondo per la qualità e la quantità delle opere che custodisce.

9) Belvedere di San Martino: se state cercando una vista mozzafiato sull’intera città questo è il luogo che fa per voi, bella di sera e romantica di notte la vista da questo punto vi lascerà senza parole.

10) Il Tesoro di San Gennaro: situato all’interno del Duomo di Napoli comprende reliquie, oggetti preziosi, statue etc.