Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Viaggio alle Isole Canarie: un’attrazione per ogni isola

isole-canarie

Con i tesori naturalistici, archeologici e culturali custoditi nelle sue dolci isole, l’arcipelago delle Canarie rappresenta uno scrigno unico di attrattive turistiche. Non potendo elencarle tutte, abbiamo scelto di soffermarci su un’attrazione per ogni isola, in modo da ricavare una breve panoramica che possa aiutarvi a scegliere la location ideale per la vostra vacanza.

Partiamo con Tejeda, il piccolo paesino di montagna collocato nell’entroterra dell’isola di Gran Canaria. Immersi tra le nuvole, tra cui scompaiono e riappaiono di continuo, i suoi paesaggi lunari danno l’impressione di trovarsi sulla superficie di un altro pianeta. È qui che è possibile visitare il celebre Roque Nublo, l’imponente rocca vulcanica di circa 80 metri, che si innalza in uno dei punti più alti dell’isola, a 1813 m sul livello del mare, regalando splendidi panorami ai suoi visitatori. Spostandosi sull’isola di Lanzarote, si incontrano gli spettacolari tunnel originatisi dalle violenti eruzioni del Vulcano de La Corona: i Jameos del Agua e la Cueva de los Verdes vi incanteranno con una gamma di sfumature di turchese e smeraldo dalla bellezza quasi irreale. Per chi ama stare con il naso all’insù, c’è il Gran Telescopio Canarias, l’imponente complesso astronomico costruito sulla cima del Roque de Los Muchachos nell’isola di La Palma

Oltre a poter ammirare lo spettacolo offerto da quelle che sono le migliori attrezzature di questo genere nell’emisfero boreale, i visitatori potranno perdersi nell’incanto della natura di una splendida Riserva della Biosfera Unesco. Sull’isola di El Hierro, invece, spicca il boschetto di El sabinar, i cui ginepri sono stati rimodellati dalla forza dei venti alisei, assumendo le forme e le sembianze contorte di un quadro surrealista.

Proseguiamo con il fiore all’occhiello di Yalla Yalla e delle altre agenzie di viaggi on line, ovvero la costa occidentale dell’isola di Tenerife. Pur essendo famosa quasi esclusivamente per la sua movida, essa può vantare una delle più alte percentuali di avvistamenti delle più svariate specie di cetaceo, classificandosi come un vero e proprio paradiso per gli amanti del Whale Watching. Uno dei luoghi più significativi dell’isola di La Gomera, invece, è il Centro storico di San Sebastián, dove è possibile ammirare un gran numero di monumenti di grande pregio storico e artistico. Infine, non poteva mancare la celebre Spiaggia di Jandìa dell’isola Fuerteventura, ovvero una delle attrazioni più gettonate da chi va a caccia di occasioni last minute per le Canarie. Sui suoi 1500 metri di litorale, infatti, è possibile godere di uno dei più bei paesaggi marini dell’arcipelago: il candore immacolato della sabbia si fonde con le nuance più brillanti di azzurro e smeraldo, combinandosi alla perfezione con una discreta offerta di servizi turistici, per un soggiorno che non si fa mancare niente.

Zanzibar: low cost ed ecochic

Sino a qualche anno fa Zanzibar era la destinazione ideale per chi era alla ricerca di una vacanza da sogno a poche ore di volo dall’Italia, una meta nella quale era facile imbattersi in un villaggio turistico, un pò meno in un hotel di charme.
Oggi, invece, il volto di Zanzibar, magnifica isola della Tanzania, si è trasformato, portando questa località ad affermarsi come una delle più rinomate mete ecochic, con tanto di resort 5 stelle, spa, ville con piscina, il tutto a prezzi accessibili.
Si perché per godersi una vacanza all’insegna del confort a Zanzibar non è necessario spendere cifre da capogiro, visto che, dal volo alla sistemazione, è possibile imbattersi in tariffe più che interessanti.

Zanzibar: alla scoperta dell’isola di Zanzibar

Sin dalla prima occhiata, Zanzibar ci appare come un’enorme spiaggia tropicale appoggiata su un mare di colore blu intenso e circondata da una natura rigogliosa che non ha minimamente risentito della presenza dell’uomo. Proprio questa, anzi, costituisce una delle caratteristiche principali di Zanzibar da sempre attenta a tutelare le proprie ricchezze naturali, come Chumbe Island, completamente circondata dalla barriera corallina e da un parco marittimo protetto.
E’ questo un luogo certamente da visitare e per farlo bisogna rivolgersi al Chumbe Island Coral Park (http://www.chumbeisland.com/ tel. 00255.24.22.31.040) che si occupa appunto dell’organizzazione di visite guidate, tra passeggiate e snorkeling sul Reef Sanctuary, magnifico giardino di coralli popolato da circa 400 specie tra tartarughe, pesci e delfini.
Spostandosi verso la parte sud-orientale è invece impossibile non lasciarsi catturare dalle maree che cambiano ad intervalli di sei ore ogni giorno. Si tratta di uno spettacolo unico che consente, durante la bassa marea, di ammirare il mare che si ritira per centinaia di metri dando così la possibilità di camminare sino alla barriera corallina, un’esperienza davvero unica.
Dinnanzi alla spiaggia di Michamvi Pingwe, arroccato su uno scoglio, troviamo The Rock Restaurant (http://www.therockrestaurantzanzibar.com/ tel. 00255.77.99.09.855. Orari: 11-24. Prezzi: da 30 $ – 22 €. C/credito: Mc, Visa), uno spettacolare ristorante con circa 40 posti tra terrazza sul mare e loggia, dove potrete assaporare l’ottima cucina fatta di insalate di granchio, fritture di calamari e carpaccio di pesce del giorno, ma anche spaghetti all’astice e tagliatelle fatte in casa con sugo di pesce, melanzane e noci, penne al basilico e gamberi.
Presso il borgo di pescatori di Kiwengwa, a circa 35 chilometri da Stone Town, vi consigliamo di vsitare il bel negozio aperto dall’italiana Cristina Fedi, Karibuni Inn (tel. 00255.77.74.14.719), dove troverete oggetti per la casa self-made e magnifici tessuti ed arredi d’antiquariato. Nei pressi vi consigliamo anche di fare un salto al Vivide Art(http://www.vividemantero.com/#/home) dove troverete sculture e gioielli davvero molto interessanti.
In ultimo se siete dei veri appassionati del mare e volete aggiungere un tocco di Africa al vostro soggiorno, allora vi consigliamo di visitare qualche riserva della Tanzania, come ad esempio la Selous Gama Reserve, ben 54.000 chilometri quadrati, dove è possibile ammirare animali magnifici come leoni, elefanti, bufali e coccodrilli. Ritornando a Zanzibar, merita una visita la Jozani Natural Forest, dove lo spettacolo più atteso sono le acrobazie eseguite dal celebre colobo rosso.