Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Vienna: cosa c’è da vedere

Veduta notturna di Vienna
Hofburg Palace
Hofburg Palace – Photo credit: Gopal Venkatesan / Foter / CC BY

Vienna è una città ricca di arte, cultura e curiosità gastronomiche. A dispetto dei pregiudizi, che la vogliono un po’ austera e noiosa, si tratta di una bellissima città, con una popolazione cordiale ed accogliente, che vi consigliamo di visitare. Una delle prime tappe nel vostro “tour viennese” è certamente l’Hofburg Palace: chi non ricorda la malinconica principessa Sissi? Le sue vicende e quelle di tutta la famiglia reale, così come tanti avvenimenti politici importanti sono passati per questo palazzo meraviglioso, tutto da scoprire, come da scoprire è anche il Duomo di Santo Stefano, struttura immensa e imponente, un po’ austera e un po’ vivace grazie al suo maiolicato con quasi 3000 mattonelle smaltate. Il Duomo con la sua bellezza attira ogni anni migliaia di turisti: non vorrete certamente perderlo!

Una pregevole, emozionante raccolta di opere di artisti del calibro di Raffaello, Vermeer, Velazquez, Tiziano, Rembrandt, Tintoretto è invece custodita nel Museo delle Belle Arti viennese, uno dei più importanti al mondo, dove a fine giro, la sera, potrete anche ristorarvi con un ricco buffet (l’arte mette fame, si sa!). Tanta altra arte è al centro di un altro famoso museo, quello dell’ Albertina, che raccoglie oltre ad opere di Picasso, Andy Warhol e Kokoschka, anche quelle di Gustav Klimt, orafo ed artista viennese famoso in tutto il mondo per le sue delicatissime stampe che hanno come oggetto l’amore, le donne, ma anche miti, leggende e simboli dell’arte greca e della cultura viennese.

Castello Belvedere Landstrasse
Landstrasse – Castello Belvedere – Photo credit: Million Seven / Foter / CC BY-NC-SA

Se non volete rinchiudervi nei musei ma l’arte vi piace comunque, vi consigliamo il quartiere di Landstrasse, dove le opere del geniale artista Frederick Hundertwasser, pittore, scultore, architetto saranno tutto intorno a voi. Le sue casette asimettriche e colorate, le sue pazzesche fontane e scale a chiocciola vi catapulteranno in un’atmosfera giocosa e magica, che ci scommettiamo, difficilmente avreste creduto di poter trovare a Vienna! Infine, non potere lasciare la città senza prima aver assaggiato dell’ottima cioccolata nelle più rinomate pasticcerie e, soprattutto, la famigerata Sacher Torte, la cui ricetta viene custodita gelosamente dai proprietari dell’Hotel Sacher che saranno però felici di mandarvi in paradiso con una fetta di uno dei dessert più famosi al mondo.

Copenaghen: cosa visitare

Una veduta di Copenaghen
La Sirenetta di Copenaghen
Photo credit: francesca sara / Foter / CC BY

Copenaghen, capitale della Danimarca, è da sempre attenta alla salute dei suoi abitanti e alla bellezza delle proprie strade. Il suo porto è uno tra i più puliti al mondo, e qui si trova anche una delle più importanti attrazioni della città: la Statua della Sirenetta, malinconico tributo alla fiaba dello scrittore danese Hans Christian Andersen, commissionata dall’industriale Carl Jacobs allo scultore Eriksen e divenuta simbolo della capitale.

Entrata del parco Tivoli a Copenaghen
Photo credit: Foter / CC BY-NC-SA

Un’altra tappa fondamentale è il Palazzo Reale, dal quale il Re e la Regina si affacciano in occasioni ufficiali e solenni e nel quale vivono. Nonostante ciò alcune ale del Palazzo sono aperte al pubblico e possono essere visitate. Se volete conoscere a fondo la storia, la cultura e l’arte danese, una giornata al Museo Nazionale è d’obbligo: qui non solo potrete visionare migliaia di oggetti che ripercorrono la storia della Danimarca, ma mediante video, suoni, giochi di luce, potrete interagire con il Museo stesso per una visita per niente convenzionale! Per chi si lascia affascinare dalle stelle e dall’universo, sarà magica la visita alla Torre Circolare di Copenaghen (o Round Tower), l’osservatorio astronomico più antico d’Europa in cui studiò il grande astronomo Tycho Brahe e dalla cui piattaforma si gode una panoramica sulla città che toglie il fiato. Se avete dei bimbi, invece, o magari volete solo scatenarvi e svagarvi, vi consigliamo il Parco Tivoli, dove il più antico parco divertimenti del mondo è inserito all’interno di una grande area verde che ospita eventi, concerti, spettacoli pirotecnici e tanto altro…

Dal punto di vista gastronomico, Copenaghen offre un’ampia scelta sia per quel che riguarda la cucina etnica e delle altre culture, sia per i menù più tipicamente danesi, a base di renna, aragoste fresche, polpette di carne (le famose “frikadeller”) ; una cucina robusta insomma, adatta a sostenere le lunghe passeggiate per la città! Dopo esservi rifocillati, potrete divertirvi in giro tra bar e pub, magari nel quartiere di Vesterbo, dove si concentrano i giovani e la vita notturna della città e potrete bere caffè, birre e cocktail mangiando squisite polpette e panini fino a tarda notte!

Copenaghen: Natale tra tradizioni ed eventi

Copenaghen e la sua magica atmosfera natalizia

Se per quest’anno volete assaporare davvero l’aria del Natale, allora non c’è destinazione migliore di Copenaghen. Si perché nel periodo natalizio, la capitale danese si accende di mille luci che invadono tutta la città, dalla Piazza del Municipio sino al parco dei divertimenti di Tivoli, senza contare i tantissimi mercatini che affollano ogni quartiere cittadino.
In ogni angolo di Copenaghen si respira l’atmosfera del Natale, a cominciare da Rådhuspladsen, ovvero la Piazza del Municipio dove svetta un magnifico abete vestito a festa, per non parlare della Vesterbrogade e del parco di Tivoli, dove tra giostre, pony e divertimenti per i più piccoli, è facile imbattersi in magnifiche bancarelle natalizie dove troverete il meglio dell’artigianato danese, oltre alle specialità gastronomiche come i fagottini di mele e il gløgg.
Ma se sono le prelibatezze del palato quello che cercate, allora non potete non visitare il mercatino di Kødbyen, situato nella zona ecologica di Vesterbro, dove potrete mangiare girando per le bancarelle gastronomiche. De, invece, è lo shopping il vostro obiettivo, allora vi consigliamo di recarvi al Gra Hal, all’interno del quartiere hippie di Christiania, dove potrete trovare il meglio dell’artigianato locale.

Copenaghen: le attrattive di Nataleartigianato copenaghen

Sotto Natale anche il centro di Copenaghen risulta essere particolarmente affascinante non solo per le decorazioni e le luvi natalizie che danno alla città un volto ancora più suggestivo, ma anche per i tanti negozi aperti, dove potrete fare dello shopping e comprare dei regali davvero di alta qualità.
Tra i migliori negozi che troverete in centro vi consigliamo di fare un salto da Bang & Olufsen (www.bang-olufsen.com), al bel centro commerciale Magasin (www.bodum.com) e di perdervi tra le tante boutique e piccoli negozietti della Stroget, strada interamente pedonale lunga ben due chilometri. Qui troverete anche il Christmas Shop dello store Illum (www.illum.dk), il Royal Copenhagen (www.royalcopenhagen.com), dove potrete trovare il meglio del design di lusso, oltre a porcellane, cristalli e oggetti in argento. All’interno di un cortile è invece ospitato il Royal Cafè (www.theroyalcafe.dk) dove potrete gustare i dolci più buoni della tradizione danese, assaggiando prelibatezze come i brunkager, da accompagnate sempre con una cioccolata calda, o i gløgg. Nel vicino Illums Bolighus (www.illumsbolighus.com), si trova invece un negozio di Natale davvero suggestivo con cesti ornamentali, alberi in miniatura in cristallo e decorazioni di lusso, realizzate dall’artista danese Jette Frölich.

dolci natalizi danimarcaCopenaghen: in giro a Natale

Scendendo verso sud ci si imbatte nella zona di Strædet dove scoverete i migliori negozi di antiquariato e il bel Nationalmuseet, ovvero il Museo Nazionale il quale ospita al suo interno anche un negozio pieno di gioielli, giocattoli e perfette ricostruzioni di villaggi medioevali o modellini di castelli.
Spostandosi nei dintorni della capitale danese, si può visitare Helsingor, il celebre villaggio di Amleto, dove si trova anche una pista di pattinaggio rigorosamente ad emissione CO², in quanto per funzionare non necessita di alcun impianto di rigenerazione.

Natale 2011: le offerte di Ryanair per la Danimarca

Natale 2011: tutti in Danimarca con Ryanair

Proprio ieri vi avevamo parlato delle nuove rotte ed offerte di Ryanair; bene oggi vi proponiamo le offerte low cost della compagnia irlandese per trascorrere il Natale 2011 in Danimarca.
Per chi ama davvero l’atmosfera natalizia, fatta di luci colorate, dolcetti tipici e regali in abbondanza non c’è destinazione migliore della Danimarca, una terra dove il Natale è più che speciale.
Si perché trascorrere le vacanze di Natale in Danimarca significa riempirsi lo stomaco con pebernodder, i tipici biscottini natalizi danesi venduti agli angoli delle strade, o se preferite con aebleskiver e glogg, dolcetti speciali preparati proprio per questo periodo. E cosa dire, invece, dei magnifici mercatini di Natale che, a partire da novembre e per tutto il periodo natalizio, colorano la bella regione di Syddanmark, precisamente nella zona che ricomprende l’isola della Fionia e lo Jutland meridionale.
Ma Natale in Danimarca non fa rima esclusivamente con Copenaghen, visto che ci sono tante altre destinazioni interessanti ed itinerari suggestivi che potrete intraprendere.
Cosa ne direste di Ribe, magnifica città con tantissime cose da vedere(vi suggeriamo l’articolo “Cosa vedere a Ribe”), oppure Odense, dove potrete lanciarvi in un magnifico viaggio sulle orme di Andersen, o ancora a Kalundborg, in Selandia, seguire la storica corsa di Babbo Natale!
Vi è venuta già voglia di partire? Bene allora non perdete le offerte di Ryanair!

Ryanair per le offerte per Natale in Danimarca

Corsa di Babbo Natale

Arrivare in Danimarca non è così inaccessibile o difficile come si potrebbe pensare, visto che numerose compagnie aeree offrono voli dai principali aeroporti italiani.
Vediamoli nel dettaglio:
• SAS Scandinaviana(http://www.flysas.com/it/it/?vst=true): Collega Milano, Bologna, Roma e Venezia con Copenaghen
• Norwegian.com (http://www.norwegian.com/it/): Collega Copenaghen con Pisa, Roma e Olbia
• Easyjet (http://www.easyjet.com): Collega Copenaghen con Milano Malpensa
• Cimber Sterling (http://www.cimber.com/): Collega Copenaghen con Venezia, Firenze, Roma e Napoli
• Wind Jet (http://w4.volawindjet.it/?lang=): Collega Copenaghen con Rimini ma solo nel periodo aprile/settembre
• Ryanair (http://www.ryanair.com/it): Colelga Billund con Roma Ciampino, Milano Orio al Serio, Pisa, Alghero, Brindisi e Trapani

A proposito di Ryanair vogliamo segnalarvi che se desiderate trascorrere il Natale in Danimarca, allora non perdetevi l’offerta della compagnia irlandese che vi permette di partire da Roma Ciampino nel periodo ottobre/dicembre a partire da 27,99 euro, sola andata e tasse incluse.

Danimarca: un paradiso per i bambini

Danimarca: meta ideale per i più piccoli

Se siete alla ricerca di una meta adatta per i vostri bambini( ma anche per voi), non c’è posto migliore della Danimarca! Facilmente raggiungibile, bastano infatti circa due ore e mezza di volo da Roma, caratterizzata da un’elevata qualità della vita e da un vasto patrimonio artistico, culturale e naturale, la Danimarca si sta progressivamente affermando come una delle destinazioni migliori per chi viaggia con bambini piccoli al seguito.
Così dopo avervi illustrato cosa vedere a Copenaghen, vediamo perché la Danimarca è uno dei paesi più adatti per le vacanze con bambini.

Danimarca: destinazione per i bambini

Copenaghen-Hans Cristian Andersen Parade-Foto tratta da .ambbeijing.um.dk

A far meritare alla Danimarca il titolo di paese adatto alle vacanze con i piccoli è certamente l’alta qualità di vita che caratterizza questo paese, ma anche la vasta offerta di divertimenti ed attrazioni studiate appositamente per i bambini. Il tutto in massima comodità, visto che in Danimarca le distanze sono brevi il che significa che i luoghi di attrazione sono molto vicini tra loro.
Ma cosa vedere?

Danimarca: il tour

Un tour studiato e pensato appositamente per i bambini deve partire assolutamente da Hans Christian Andersen, uno dei più noti e famosi scrittori di fiabe, nato ad Odense nel 1805. Da visitare, quindi, è il centro culturale per bambini per Fyrtojet (http://www.fyrtoejet.com/html/index.htm) allestito all’interno di un teatro e all’interno del quale si tengono spettacoli e storytelling tutti chiaramente ispirati alle fiabe dell’autore danese. I personaggi di Andersen, invece, invadono nel corso dei mesi estivi il Parco di Lotzes Have con l’Hans Christian Andersen Parade, mentre non potrete assolutamente perdere una visita all’Hans Christian Andersen Museum (Bangs Boder 29, tel. 0045.805.6882052).
Sempre per restare in tema di fiabe non perdetevi una visita al Castello Frederiksborg Slot(http://www.frederiksborgslot.dk/dk/index.htm), situato a circa 40 minuti da Copenhagen, dove sono quotidianamente allestite attività per i più piccoli e percorsi magici che porteranno alla scoperta del mondo di Re Kristian IV e dei suoi 23 figli.
Volete un area verde dove passeggiare e rilassarvi?
Cosa c’è di meglio di Tivoli (http://www.tivoli.dk/), proprio nel cuore di Copenhagen, dove vi attendono giochi di artificio e magici intrecci di luci sul lago, mentre con un viaggio di appena 20 minuti potete raggiungere Klampenborg e le belle attrazioni di Parco Bakken (http://www.bakken.dk/), luogo ove risiede Babbo Natale nei mesi estivi, e il Parco di Dyrehaven, dove potrete ammirare cervi e caprioli in assoluta libertà.
A Copenaghen non perdete nemmeno lo Statens Museum for Kunst (http://www.smk.dk/), dove vengono allestite mostre e laboratori, chiaramente dedicate ai bambini, e a Legoland(http://www.legoland.dk/) uno dei più famosi parchi della Danimarca con i suoi 120mq e tantissimi mattoncini colorati che ricostruiscono i monumenti più famosi della città.

Ribe: cosa vedere a Ribe

Ribe-La Cattedrale-Foto di Malene Thyssen

Da vedere a Ribe: città più antica della Danimarca

Ribe è una bellissima città situata nello Jutland Occidentale e oggi considerata come la più antica della Danimarca, visto che la sua storia ebbe inizio circa 1300 anni fa. E proprio nella capacità di aver conservato intatto il suo antico fascino risiede la sua grande attrattiva turistica: visitare Ribe, infatti, significa compiere un vero e proprio salto all’indietro del tempo, passeggiando per l’antica Domkirke, per le strade strette e acciottolate della città o rivivendo il tempo dei Vichinghi attraverso una visita al suggestivo Vikinge Center.
Quindi, dopo avervi illustrato cosa vedere a Copenaghen, vi illustriamo oggi le bellezze di Ribe.

Ribe: Cosa vedere a Ribe

Ribe-Centro città- Foto di Arne List

Grazie al suo antico passato e al fatto che nel corso del tempo si affermò come uno dei più importanti centri mercantili dell’Europa Settentrionale, Ribe ha davvero molto da offrire ai propri visitatori che si faranno di certo catturare dal suo fascino misterioso.
Se avete quindi intenzione di visitare Ribe queste sono le tappe da non perdere assolutamente:
• Centro Storico: La visita alla città di Ribe non può non partire dal suo incantevole centro storico, dove sono ospitati più di 100 edifici dichiarati monumenti nazionali, oltre alla bella Piazza Torvel dove ogni sera dalle 20:00 alle 22:00 il guardiano da inizio alla sua ronda
• Cattedrale di Ribe: Si tratta certamente di uno dei punti di riferimento della città, molto suggestiva per la presenza di moderne decorazioni, opera di Carl Henning Pedersen, e per la bella torre Borgertårne. Per info http://www.ribe-domkirke.dk/
• Abbazia di Santa Caterina: La chiesa e l’Abbazia di Santa Caterina è stata fondata nel 1228 con lo scopo di ospitare i frati domenicani che avevano fatto voto di carità, i cosiddetti Frati Neri
• Municipio di Ribe: L’antico Municipio di Ribe, eretto prima del 1496, è stato utilizzato come sede del comune dal 1708 fino al 2007
• Ribe Vikinge Center: Si tratta del museo dedicato al periodo dei Vichinghi, dove sono conservati importanti reperti risalenti a quel periodo
• Centro del mare di Wadden: E’ il Parco Nazionale del Mare di Wedden, dove è possibile visitare le paludi oppure fare un’interessante escursione fino all’isola di Mandø
• Ribe Kunstmuseum: Ovvero il Museo d’Arte di Ribe dove sono custodite alcune delle opere più importanti della storia pittorica danese dal 1750 al 1950
• Enghave Dyre Naturpark: Più di 70.000 metri quadrati di parco naturale con animali, rare specie di flora e una meravigliosa distesa di laghi

Curiosità su Rive

Una curiosità relativa a Ribe è che nel corso di alcuni scavi archeologici tenutesi nel 1973 è emersa una vera e propria città-mercato risalente al 710 dove sono stati rinvenuti moltissimi reperti ed oggetti legati alla vocazione mercantile della città di straordinaria importanza storica ed artistica.

Per maggiori info su Ribe: http://www.visitribe.dk/italien/it-it/menu/turist/turistforside.htm