Partire con il cane: meglio assicurarlo

Cresce il mercato delle assicurazioni per gli animali domestici. Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eurispes, nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un calo del 10% nel numero di famiglie con almeno un animale domestico ma ben il 33% della popolazione ne ha uno. E’ a questa fetta di italiani che si rivolgono i servizi delle compagnie assicurative che offrono una polizza cane o gatto ad hoc, come nel caso di UnipolSai.

Gli italiani che amano gli animali

I dati raccolti e diffusi a inizio anno da Eurispes evidenziano che ben il 33 per cento degli italiani ha scelto di condividere la propria casa e la propria vita con un animale domestico. il dato riflette una flessione, anche sensibile, rispetto ai dati di inizio 2016: -10 per cento. L’animale preferito dagli italiani resta il cane, è scelto dal 66 per cento della popolazione, seguito dal gatto, ospitato nelle case del 40,8 per cento della fetta di italiani che vivono con un animale domestico. Il 34,4 per cento delle persone che hanno scelto di vivere con un animale lo hanno acquistato in un negozio, solo il 22,1 per cento lo ha preso in un canile o gattile, il 30,4 per cento lo ha salvato dalla strada, adottando un animale abbandonato, e il 31,3 per cento lo ha ricevuto in regalo. Cresce del 6,4 per cento la spesa mensile per la cura del proprio animale ma quasi l’80 per cento degli italiani ammette di non spendere più di 50 euro al mese. La crisi economica ha pesato anche sulle cure che gli italiani sono sempre estati disposti a offrire ai propri amici a quattro zampe. Il 17,3 per cento degli italiani, infatti, ha detto di aver rinunciato a interventi delicati e cure costose a causa delle ristrettezze economiche, il 15,4 per cento ha dovuto ridurre la spesa per i medicinali. Il 39 per cento ha optato per l’acquisto di cibo meno costoso e il 25 per cento ha rinunciato alle visite veterinarie. Una fetta molto ampia, il 45 per cento, a causa del fattore economico ha rinunciato a prendere un secondo animale.

Gli amici a quattro zampe in vacanza

Con l’avvicinarsi del Natale e delle vacanze molti italiani si preparano per trascorrere fuori casa le festività, anche in compagni dei loro amici a quattro zampe. Sono sempre più numerose le strutture che ospitano animali di piccola taglia e in estate ben 5 milioni di famiglie sono partite con Fido e il loro gatto. A questo pubblico sempre più ampio si rivolgono i nuovi servii di molte compagnie assicurative. Esiste, infatti, un vero e proprio mercato della responsabilità civile per animali, dal valore potenziale che supera i 532 milioni di euro.

Tutti i servizi per gli amici a quattro zampe

Le assicurazioni offrono tipologie di servizi molto diverse che vedono protagonisti cani e gatti. La prima, come evidenziato in una recente rilevazione effettuata da Facile.it, è quella che assicura i nostri amici da eventuali danni successivi a un sinistro automobilistico. La RC auto, infatti, non copre né il guidatore né eventuali animali presenti in auto al momento dell’incidente. Al costo medio di 15 euro è possibile coprire questo gap. I massimali sono pari a 250 euro in caso di ferimento e 600 per eventuale morte dell’animale. Grazie al pacchetto “assistenza in viaggio”, invece, è possibile andare in vacanza con l proprio animale molto serenamente. Al costo di circa 110 euro si può contare sull’assistenza di una centrale operativa pronta a trovare per noi strutture pet friendly e offrire tutta l’assistenza necessaria. Con una spesa di 25 euro al mese, invece, l’assistenza è costante e copre tutti i danni che il cane o il gatto possono subire nel corso della vacanza. In questo caso, con spese entro i 120 euro, saranno rimborsate tutte le spese sostenute per le cure. I servizi offerti dalle compagnie assicurative sono molto simili e offrono coperture importanti. Informarsi per tempo è fondamentale per scoprire i servizi su misura per le proprie emergenze. L’assicurazione contro lo smarrimento prevede un costo annuo di 100 euro.

Cosa visitare a Berlino

La porta di Brandeburgo a Berlino

Tramonto BerlinoCerto non sarà la città più romantica del mondo, nè la più stravagante; di arte a Berlino se ne trova poca, meno che in Italia o in Spagna, di paesaggi naturali men che meno. Ma a spingere migliaia di turisti da tutto il mondo verso questa città è il ricchissimo patrimonio storico, che fa della capitale della Germania un “museo vivente”, in cui studiare ed apprendere la storia (a volte oscura) dell’Europa e viverne appieno tutti gli aspetti. Senza essere troppo drastici, però, ricordiamo che anche gli appassionati d’arte qui avranno pane per i loro denti: alla Alte Nationalgallerie potrete visionare un’ampia raccolta di opere tedesche a partire dal XIX secolo mentre al museo di Pergamo potrete scoprire pezzi rari della storia dell’archeologia, qui custoditi.

Il più importante monumento della città è invece sicuramente la Porta di Brandeburgo, simbolo vero e proprio di Berlino, unica delle 18 antiche porte rimaste in piedi fino ai giorni nostri. Altro luogo simbolo è Postdamer Platz, che per tutti gli anni ’20 è stato ritrovo di molti artisti, cuore effervescente della città, poi brutalizzata dal regime nazista e dalla guerra. Dagli anni ’90 dello scorso secolo in poi, però, questa grande piazza ha ritrovato il suo smalto ed è ora uno dei luoghi cult di Berlino, così come Alexanderplatz, chiamata amichevolmente dagli autoctoni “Alex” e protagonista di film e libri.

A Friederichstrasse, una delle più importanti strade della città, potrete passeggiare e respirare la storia della capitale, anche se la recente costruzione di alberghi e palazzoni ha un po’ imbruttito una delle strade più importanti della città. Per rifarvi gli occhi e rilassarvi, vi consigliamo di rilassarvi in uno dei tanti parchi in cui i Berlinesi amano fare pic nic, sport e prendersi cura di sè. Ancora da visitare, il Duomo, come anche il Reichstag, che è riuscito a scrollarsi di dosso la buia memoria del nazismo negli ultimi anni, ritornando ad essere fulcro della vita politica del paese.

Infine, mentre passeggiate per strada, non dimenticate di assaggiare un tipico wurstel, disponibile praticamente ovunque, o di concedervi un bel kebab che qui vengono preparati magistralmente da ristoratori provenienti dalla affollata comunità turca: innaffiando il tutto con una bella birra tedesca, avrete davvero…”gustato” Berlino!

Tour di Berlino

Berlino è una delle città europee più affascinanti: pulita, ordinata, moderna e dinamica sono solo alcuni degli aggettivi che la descrivono. Per questo ogni anno viene scelta come meta di vacanze da milioni di viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Ed è per questo che Dirotta Da Noi ha ideato il tour Berlino, per tutti gli appassionati di tour guidati.

La prima e più importante tappa del tour Berlino non poteva che essere il muro di Berlino, simbolo del passato storico della città. Ad essere visibili oggi, sono i resti del muro lungo 43 chilometri che dal 1961 al 1989 impedì agli abitanti della Germania dell’est di migrare nella Germania dell’ovest. Sono molti i sacrari e i luoghi della memoria dedicati alle persone che restarono uccise durante un tentativo di fuga, e possono essere visitati in gruppo o individualmente.

Le tappe successive del Tour Berlino sono la Cancelleria ed il Reichstag, ubicate nel distretto governativo di Berlino, il Regierungsviertel. Il Reichstag fu il parlamento del Reich tedesco fino al 1933, quando fu incendiato, fornendo il pretesto ai nazisti per sospendere i diritti civili tramite il Decreto dell’incendio del Reichstag. Sull’architrave frontale del Reichstag si legge la scritta: Al popolo tedesco.

 

Proseguendo il tour Berlino di Dirotta da noi si raggiunge la piazza più bella della città: Gendarmenmarkt. Al centro della piazza si trova la statua di Schiller, eretta in occasione del centenario della nascita del poeta e drammaturgo tedesco, nel 1859. Si affacciano inoltre sulla Gendarmenmarkt la Schauspielhaus o Konzerthaus, sala concerti in stile neoclassico, considerata fra le cinque migliori al mondo, e la splendida Französischer Dom, chiesa che ospita al suo interno un museo della storia degli ugonotti.

 

 

I partecipanti del tour Berlino, infine, hanno anche la possibilità di dedicare un’intera giornata ad una gita fuori porta, aPostdam, nella regione di Brandeburgo. Postdam è soprannominata “la Versailles tedesca”, perché ricca di palazzi e parchi che furono in passato le residenze dei re di Prussia, oggi sono patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. La visita della città include l’ingresso al Palazzo Sanssouci.


BERLINO LOW COST: Vivi il meglio della città con pochi soldi

Se stai pensando che hai proprio bisogno di una vacanza, però sei un po’ a corto di denaro, la meta giusta per te è senza dubbio Berlino. Una delle metropoli più affascinanti d’Europa, piena d’attrazioni fantastiche, di storia avvincente della cultura tedesca raccontata gratuitamente per le strade, e con una fantastica programmazione di eventi culturali, dalla musica, alla danza e alla letteratura,in continuo aggiornamento che si addice perfettamente ad ogni periodo dell’anno. Berlino ti offre una vacanza a 360 gradi e tutto questo a prezzi modici. Qui di seguito vi daremo alcune informazioni su come spendere poco a Berlino, anche se in generale è abbastanza facile,  perché i prezzi sono molto accessibili, a differenza di altre città come Parigi e Londra. Come prima cosa, fondamentale per la tua vacanza è riservare l’alloggio. Con chiunque viaggi, in coppia, in gruppo o in famiglia, sicuramente l’ideale per risparmiare è affittare un appartamento. Se dai un’occhiata alla nostra lista di appartamenti economici a Berlino potrai  risparmiare non solo sull’immobile, ma potrai approfittare della cucina dell’appartamento per cucinarti in casa, magari qualcosa di tipico Berlinese.

da visitare a berlinoSe hai voglia di mangiare fuori, evita i tipici fast food che sono molto cari e a volte propongono cibo scadente e dirigiti verso le Kneiper, delle taverne tipiche tedesche, dove ci sono piatti molto caratteristici a prezzi bassi e la birra buona a poco. Se decidi di partire durante il periodo più caldo dell’anno, fai come un vero berlinese, dirigiti nei diversi parchi della città, dai più centrali ai più periferici, sempre pieni di persone che si posizionano nei prati, nelle ore più calde per godere del sole. Qui potresti imbatterti in un concerto o un karaoke improvvisato, gratis.

Se amate lo shopping, o semplicemente volete riportare a casa qualche ricordo della città, fatevi un giro nelle strade del centro dove troverete oggetti di qualsiasi tipo. A Berlino i negozi non sono concentrati in un unico luogo, ma è proprio nello stile berlinese girando i vari quartieri, potrai trovare cose molto diverse: boutique trendy e il made-in-Berlin tra Mitte e Prenzlauer Berg, antiquari a Charlottenburg, negozietti etnici, bigiotteria o mercatini a Schöneberg, vintage e usato a Kreuzberg. Per chi invece ama i mercatini,la meta ideale è la zona dello Scheunenviertel, con Hackescher Markt e la Schönhauserstrasse. Gli Hackescher Höfe, sono i famosi cortili, ristrutturati negli anni Novanta, pieni di negozi, uffici, locali, cinema, bar e ristoranti. La zona è ricca di piccoli negozi dove si può andare in cerca delle ultime creazioni dei giovani stilisti berlinesi, delle marche indipendenti, o dove poter trovare un paio di scarpe uniche al mondo. Berlino è la meta giusta se si vuole spendere poco, ancora ci stai pensando?che aspetti? Prenota!

Germania: i piatti tipici della cucina tedesca

Germania: le caratteristiche della cucina tedesca

La caratteristica principale della cucina tedesca è certamente quella di essere molto ricca e basata essenzialmente su prodotti molto nutrienti, soprattutto carne e patate, ma anche birra e crauti prodotti “imposti” dal lungo dominio prussiano.
Se questa è una considerazione generale, certamente vera, non si può comunque fare a meno di sottolineare che la cucina tedesca varia parecchio anche da regione a regione, assumendo nei suoi 16 Lander delle sfumature di gusto decisamente diverse.
Se la ricchezza e la “corposità” è tipica delle pietanze tedesche, altrettanto lo è il contrasto tra il dolce e il salato che ritroviamo sia nei secondi, come le pietanze a base di carne accompagnate da salse dolci o i primi, come la celebre pasta alla marmellata.
Un tipico pasto tedesco inizia quasi sempre con una zuppa o una minestra di piselli, patate o a base di carne, seguito dal piatto principale che può essere di carne o di pesce con almeno due contorni, generalmente patate, fagioli, piselli, crauti, barbabietola, il tutto accompagnato da birra o una bevanda a base di succo di mele. La colazione tedesca è invece salata, a base di formaggio, salsicce e pane, mentre le pietanze sono molto abbondanti.

Germania: le specialità della cucina tedesca

La cucina tedesca è specializzata nei salumi cotti, come i famosi wurstel di Francoforte, i bratwurst di Monaco e le salsicce di Norimberga. Molto gustosi sono anche i prosciutti della foresta nera e della Wesfalia, mentre il pesce è una specialità soprattutto del nord dove si è soliti affumicarlo a caldo, cosa che si fa soprattutto per le aringhe, gli sgombri e le anguille. Tra gli ortaggi i più diffusi sono le patate e i cavoli, i quali vengono spesso fermentati al fine di ottenere i Sauerkraut, ovvero crauti dal sapore acido. Altro alimento fondamentale è il pane, visto che tutti gli altri cereali, come la pasta e il riso sono poco utilizzati; in Germania si preferiscono soprattutto il pane di segala pura, Roggenbrot, e quello misto, Mischbrot, mentre molto famosi sono i Pretzeln, ovvero le ciambelle.
Per quanto riguarda i dolci i più famosi sono i dolci della Foresta Nera, le Kranz, ovvero ciambelle, e il pampepato di Norimberga.

Germania: i piatti tipici

Biersuppe (zuppa di birra): zuppa a base di birra, brodo e panna aromatizzata con cannella e pepe, servita con crostoni di pane
Leberknodelsuppe (zuppa di canederli al fegato): canederli, preparati con pane secco, uova, fegato, farina e spezie, cotti in brodo di manzo
Knodel, grandi gnocchi con molliche di pane e dadini di lardo
Pannhas, focacce di gran turco preparate con brodo di lardo, salsicce e sanguinaccio
Abdebraunte Kalbshachse (stinco di vitello fritto): stinco bollito e fritto nello strutto
Rollmops, involtini di aringhe marinate in aceto, verdure e aromi, arrotolate intorno a un cetriolino sott’aceto
Reiberdatschi (frittelle di patate): patate grattugiate mescolate a cipolla tritata, legate con uova e poca farina, e fritte
Grunkohl mit Pinkel (cavolo nero e salsiccia): stufato a base di cavolo e salsicce grasse (Pinkel). Piatto tipico di Brema
Apfelstrudel, strudel di mele
Kasekuche (torta al formaggio): pasta frolla ripiena con un composto a base di formaggio fresco, zucchero, burro, farina, uova, aromi
Nürnberger Lebkuchen(pampepato di Norimberga) dolce natalizio al gusto di noci
Printer, biscotti, biscotti al miele di Aquisgrana

In Germania il mercatino di natale sexy

 

Santa Pauli: il sexy market in Germania

Si chiama Santa Pauli ed è l’unico mercatino di Natale trasgressivo esistente al mondo. Detto anche mercatino di Natale sexy, Santa Pauli si tiene ogni anno ad Amburgo ed è una simpatica alternativa al classico mercatino di natale fatto di caldarroste e palline di Natale.
Se girando per Amburgo dunque vi doveste imbattere in un albero di Natale addobbato con forme falliche o posizioni del Kamasutra allora “Wilkommen auf Santa Pauli!”.
Ma cosa si trova in un mercatino di Natale sexy?
Beh invece dei prodotti di artigianato tipici dei Mercatini di Natale in Europa si trovano sex toys di tutti i tipi , lingerie di tutti i tipi ma specialmente rossa, e un’area dedicata allo streaptease con spettacoli tutte le sere.
Oltre ad essere un mercatino di Natale simpatico da vedere, Santa Pauli è anche l’occasione per acquistare qualche “regalino” originale ma soprattutto ironico! Non sapete cosa regalare al vostro ragazzo? Al Santa Pauli potrete acquistargli un calzino scalda pene!
Al Santa Pauli non ci sono solo spettacoli sexy infatti ci sono anche spazi di intrattenimento per i bambini in sabato, musica dal vivo e spettacoli di vario genere.
Insomma un mercatino di Natale davvero alternativo e simpatico quello di Santa Pauli che può dare quel pizzico di pepe ed ironia in più al vostro Natale!
Il Santa Pauli si tiene dal 25 novembre al 23 dicembre

Ecco un Video per avere un’idea di cosa c’è al Santa Pauli:

Berlino: dove mangiare a Berlino

Berlino e le tendenze culinarie

La cucina tedesca non è molto apprezzata al di fuori dei confini nazionali e sembra che non lo sia moltissimo neanche in Germania, visto al proliferare di ristoranti e locali etnici, tra i quali primeggiano certamente quelli arabi, indiani e vietnamiti, sebbene vadano alla grande anche i ristoranti italiani e quelli spagnoli.
Un fenomeno, questo, che si sta registrando specialmente a Berlino dove è facile che un berlinese preferisca pranzare con il kebab piuttosto che con curry wurstel, al punto che la maggior parte dei tradizionali caffè-ristoranti della città si sono attrezzati con un menù rigorosamente internazionale.
Così se vi trovate a Berlino, la prima cosa che dovete sapere è che non avrete alcun problema per mangiare, vista l’ampia offerta che la città mette a disposizione.

Berlino: un quartiere e un ristorante!

Mangiare a Berlino

Vista l’ampiezza della città e soprattutto la difficoltà di definirne un centro, cosa che avviene anche con Londra, la cosa migliore da fare è suggerirvi un ristorante per ogni quartiere cittadino, così ovunque andrete non ci saranno problemi nel caso in cui verrete assaliti da un languorino!
Friedrichshain: La zona di Simon Dach Strasse e tutte le viuzze intorno sono sicuramente il cuore di questo quartiere che, data la sua vivacità, è ricco di ristoranti e locali. All’angolo con Simon Dach Strasse, su BoxhagenerStrasse 26, c’è il bulgaro PriMaria, per poi passare immediatamente allo srilankese Sigyrua, sulla Gruenberger Strasse 66, per poi proseguire lungo questo stesso viale dove incontrerete un gran numero di ristoranti
Kreuzberg: Si tratta di un quartiere molto esteso che non a caso è suddiviso in due aree: Kreuzberg 61 e Kreuzberg 36. Nella zona di Kreuzberg 61, lungo Bergmannstrasse troverete numerosissimi ristoranti e caffè che si distinguono per la loro eleganza e per i prezzi leggermente più alti ma comunque accessibili. Nell’area Kreuzberg 36, lungo Oranienstrasse troverete numerose catene di ristornati e popolari locali come l’SO36 e il Cake Club
Neukoll: Su Weser Strasse abbondano soprattutto i posti dove bere, mentre se volete mangiare oppure dedicarvi al divertimento serale non è proprio la zona più adatta vista la scarsa presenza sia di ristoranti che di locali serali
Mitte: La Oranienburgerstrasse è certamente una delle più turistiche di tutta Berlino, per questo abbonda soprattutto di locali ove trascorrere le serate
Prenzlaureberg: Qui numerosi sono i ristoranti etnici e i caffè. Se cercate un poso dove andare, magari anche per trascorrere una serata, passate per il Joe’s Bar o per la zona intorno a RosenthalerPlatz
Charlottenburg: Qui il viale dove troverete il maggior numero di ristoranti è certamente Kurfürstendamm, nota anche per lo shopping e per i prezzi non proprio abbordabili. Se cercate qualcosa più alla mano meglio recarsi verso Savignyplatz dove troverete la stessa tipologia di ristoranti ma in un’atmosfera più tranquilla ed accogliente
Shoneberg: Forte è la concentrazione dei locali gay intorno a Nollendorfplatz e al confine con Charlottenburg, ma se volete tanti ristoranti etnici e “berlinesi”, il luogo giusto sono Akazienstrasse e Golzstrasse
Wedding: Brusselerstrasse e Amsterdamerstrasse sono le arterie dove si concentrano il maggior numero di ristoranti, prevalentemente etnici e tutti contraddistinti da prezzi accessibili