SHARE

Zagabria è diventato negli anni uno dei centri turistici più apprezzati d’Europa: collocata sul fiume Sava, la città rinascimentale, la più grande della Croazia, è stata riscoperta negli ultimi anni da un numero di turisti sempre maggiore. La località permette non solo di avere servizi a prezzi decisamente convenienti rispetto ad altri paesi (ad esempio, i dentisti in Croazia, costano la metà rispetto agli omologhi italiani), ha anche molto da offrire al turista interessato a scoprire luoghi di assoluto fascino. Le prime tracce scritte dell’esistenza di Zagreb risalgono al 1094, anno in cui il re Ladislao fondò il vescovado sul Monte Kaptol; il Palazzo Arcivescovile, completamente protetto da mura fortificate, merita senza dubbio una visita, così come la Cattedrale, la struttura più alta di tutto il paese con i suoi 105 metri di altezza.

Zagabria: cosa vedere a ZagabriaVisitare la Cattedrale di Zagabria

Per una bella vista panoramica, la scelta migliore è una passeggiata presso la Fortezza Medvedgrad, edificata nel XIII secolo. La fortezza è associata ad una delle leggende più antiche della Croazia, quella della Regina Nera: una figura inquietante, dalla crudeltà leggendaria, che potrebbe trovare le sue origini nella figura di Barbara di Celje (si parla del 1400). La figura della Regina Nera suscitava fascino per molti motivi: era una regnante straniera, audace e forte, praticava l’alchimia, e rimase vedova all’età di 46 anni, ragion per cui vestiva sempre di nero. Nella leggenda, suo fedele servitore era un enorme corvo che terrorizzava le campagne circostanti; in alcune storie, la si ritrae anche come un vampiro. Ad oggi, i bambini croati giocano a “Crna Kraljica jen, dva, tri! (Regina Nera uno, due, tre), la versione locale di “Un, due, tre, stella!”. Si dice che l’oro della Regina sia ancora nascosto nei pressi della Fortezza: un motivo in più per fare una passeggiata nei dintorni…
Nella zona alta di Zagabria riveste altresì grande interesse la Chiesa di San Marco, iniziata nel 1200 ma rivisitata completamente nel 1400. La struttura è assolutamente particolare, e sul tetto è possibile osservare lo stemma del Regno Asburgico e quello della città.
Alla città alta si contrappone la più recente Città bassa, quasi interamente edificata nel corso del 19° secolo: qui si trovano il Teatro Nazionale e tutti i più importanti musei della Croazia. Il Museo Mimara in particolare ospita una collezione di valore assoluto: 3750 opere d’arte, di varie tecniche e materiali, con lavori realizzati da artisti di primo livello come Raffaello, Velasquez, Rubens, Rembrandt, Goya.
Una delle zone più importanti e moderne di Zagabria è Donji Grad; la piazza più importante è Piazza Jelacic, dove convergono alcune delle direttrici più importanti. Un’altra zona molto piacevole è Piazza Cvjetni (Piazza dei Fiori), che prende il nome dalle bancarelle lì presenti: è un punto d’incontro per molti residenti, che sostano nella piazza per un caffè o uno spuntino.

Nessun Commento

Lascia un commento