SHARE

Con il nome di Pungnap Toseong i coreani indicano delle antiche mura poste appena al di là dei confini dell’odierna Seul. Si tratta dei resti della leggendaria città di Wiryeseong, che nel 18 a. C. era la capitale del regno coreano di Paekje. Seul, capitale della Corea del Sud, nasce sui resti di quell’antica città e prende questo nome solo nella prima metà del Novecento, durante la dominazione giapponese.

Distrutta durante la guerra di Corea, è oggi uno dei maggiori centri commerciali e industriali del paese. Le opere artistico – architettoniche che ammirerete una volta arrivati a Seul, videro la luce per opera della dinastia Joseon che regnò sulla Corea per cinque secoli. La maggiore attrattiva di Seul è costituita dai Cinque Grandi Palazzi, costruiti in epoca medievale. Recatevi in visita al primo di essi, il Changdeokgung, che significa letteralmente “il palazzo della prospera virtù”. Conosciuto anche come “palazzo orientale”, risale al Quattrocento, ma nel corso dei secoli subì diverse ricostruzioni. Qui ammirerete, al di là della porta di Donhwa-mun, stanze finemente decorate tra cui quelle di Injeong-jeon, Huijeong-dang e Daejo-jeon. Vale la pena visitare i giardini che si estendono su una superficie di ben 45 ettari. Non mancate di visitare il Geumcheongyo, il ponte più antico della città, il giardino Biwon e l’Ongnyucheon (“torrente di giada”). Più antico è il palazzo di Gyeongbokgung, anch’esso parzialmente ricostruito e ugualmente suggestivo. Meno fastoso è lo stile del palazzo di Changgyeonggung mentre ammirerete il Deoksugung e il contrasto tra la sua antichità e gli edifici moderni che lo sovrastano. Non vi rimane che il Gyeonghuigung, il “palazzo della serena armonia” che vi stupirà per l’equilibrio delle linee e per la perfetta concordanza con la natura circostante.

Prima di andare via da Seul andate in visita al Santuario di Jongmyo, oggi dedicato al culto del confucianesimo. Attraversate una delle porte ed entrate in un luogo sacro che vide la luce più di sette secoli fa e che l’Unesco non ha potuto fare a meno di dichiarare un bene dell’umanità da custodire. Fatevi stupire da Seul che con la sua antica bellezza è una delle città più ammirate al mondo.

Per tutte le altre informazioni vi invitiamo a consultare il sito web www.andiamoinvacanza.com.

Nessun Commento

Lascia un commento